Casa Magayon, progetto Bim con vista sul Pacifico

A nord del Costa Rica, nella regione del Guanacaste, sulla costa ovest del paese affacciata sull’oceano Pacifico, in un contesto da paradiso tropicale, si trova la penisola Papagayo. Questa piccola striscia di terra lussureggiante, che chiude a nord Bahia Culebra, è il luogo dove trovare i più lussuosi resort e residenze della zona, una fra queste Casa Magayon.

Il contesto naturale e l’orografia del sito sono stati fonti di ispirazione per il progetto, che riprende e dialoga con entrambi i vincoli. L’edificio infatti segue sia l’andamento piuttosto scosceso del terreno che dalla strada di accesso scende verso la costa, sia la forma naturale della cresta ondulata del fronte, offrendo alla casa una vista mozzafiato sull’oceano.

Per limitare l’impatto sul territorio e consentire il fluire delle precipitazioni copiose durante la stagione delle piogge, le fondazioni sono di tipo puntuale. Ai plinti in cemento armato è agganciata la struttura metallica che sostiene l’edificio e le grandi terrazze.

Il concept del progetto si basa sull’aggregazione di cubi di vetro indipendenti, collegati da corridoi coperti esterni che seguono l’andamento del fronte collinare e creano un’integrazione visiva tra la vegetazione della giungla e gli ambienti residenziali. Vi è un profondo legame tra spazi interni ed esterni, testimoniato non solo dalle grandi terrazze e dalle enormi vetrate ma anche dalle superfici in pietra che scorrono dall’esterno all’interno degli ambienti.

Sono proprio gli spazi esterni a essere il fulcro della residenza, la grande terrazza e la piscina infatti sono incastonati tra l’ala principale dove è collocata la cucina e gli spazi di soggiorno, e l’ala delle camere da letto. I colori e i materiali riprendono la natura circostante: pietra lavica grigia naturale e stucchi grigi e grigio-oliva per le pareti, verde giungla per i serramenti, in contrasto con il giallo ocra della struttura in acciaio.

La progettazione ha integrato i principi dell’architettura sostenibile inserendo porzioni importanti di copertura verde e ampie sporgenze che ombreggiano le facciate, consentendo un controllo solare e un raffrescamento naturale delle superfici esterne. Inoltre, il disegno modulare degli spazi, aiuta a ridurre l’uso dell’aria condizionata, limitando l’accensione degli impianti solo per i locali in uso e dosando le potenze in relazione al numero di ospiti presenti. Il progetto è stato premiato dall’International Property Awards a Londra, con un premio dal titolo “5-Star Best Architecture Single Residence Costa Rica 2016”.

Sarco Architects Costa Rica è un piccolo studio di architettura di San Jose, in Costa Rica, che si occupa di progettare e realizzare residenze private ed edifici per investimenti di lusso nei paesi caraibici, prevalentemente lavorando con clienti internazionali.

Sarco gestisce in proprio tutto il processo edilizio, a partire dalle prime fasi della progettazione alla costruzione. Negli ultimi anni ha consolidato una solida ed efficace gestione dei processi con la metodologia Bim e ha già concluso una settantina di progetti utilizzando sistemi Bim-based.

Vista di Casa Magayon verso l’oceano pacifico. Si può notare la perfetta corrispondenza del modello Bim con il progetto realizzato

Anche per Casa Magayon è stato utilizzato questo processo: a partire dalla sua fase di concept design è stata modellata interamente in Bim utilizzando Archicad. Tutta la documentazione di progetto è stata generata dal modello Bim. Il progetto architettonico è stato modellato e integrato con la topografia del sito di progetto, consentendo di scegliere, tra le soluzioni, quella che più si integrava con l’ambiente circostante. L’utilizzo di software di renderizzazione dinamica ha consentito di simulare, già in fase di concept, le viste dai diversi ambienti della casa, nelle diverse stagioni e nelle ore del giorno. Anche gli impianti sono stati modellati e controllati con software Bim-based: l’impianto dell’aria condizionata, ad esempio, è stato modellato in Bim e federato con il modello architettonico per verificare le clash. Grazie al software Cadimage Cabinets, all’interno del modello architettonico sono stati integrati tutti gli arredi, progettati da Sarco Architects.

Tutti i modelli delle varie discipline impiantistiche e il modello strutturale, sono stati integrati e verificati periodicamente durante tutto il processo di progettazione.

Il Bim ha consentito un dialogo costante anche con il Committente, utilizzando il software BIMx, strumento essenziale di comunicazione con il cliente durante il processo di costruzione. Per Sarco Architects Costa Rica, l’applicazione BIMx ha permesso di incorporare i modelli creati in Hyper consentendo di visualizzare sui dispositivi mobili dei committenti il modello 3D come immagini e viste 2D.

Sezione longitudinale e trasversale dell’edificio. Sui plinti di fondazione sono ancorate le strutture in acciaio di sostegno degli elementi a sbalzo

Durante le presentazioni preliminari, questa applicazione è stata essenziale per mostrare al cliente il livello di precisione del progetto. BIMx è diventato un elemento centrale per la gestione della comunicazione con la Committenza permettendo la visualizzazione del progetto durante tutto il processo di lavoro: in particolare nella fase preliminare di progettazione e per la visualizzazione di progetti particolarmente complessi.

Il modello è diventato un elemento essenziale per le discussioni con i committenti e negli incontri con i fornitori. Altri software complementari sono Artlantis Render per il rendering fotorealistico e Twinmotion per le animazioni. Creando un sistema interoperabile tra i vari software è stato migliorato il flusso di lavoro e le relazioni con i consulenti specialisti (strutturisti, impiantisti ecc.) consolidando la realtà professionale dello studio in Costa Rica e nel mondo, nel settore residenziale di lusso.

Progetto strutturale

Il modello strutturale ha permesso una quantificazione automatizzata del progetto sempre aggiornata e coerente con le altre discipline. L’utilizzo del Bim ha consentito a Sarco Architects di generare diversi schemi strutturali e le liste dei diversi elementi strutturali correlati a ogni soluzione. Le informazioni relative a fondazioni, elementi di elevazione verticale e orizzontale, coperture, sono stati integrati automaticamente all’interno della documentazione di progetto.

Progetto impiantistico

Il progetto impiantistico è stato modellato con lo strumento MEP di Archicad. Il Bim in questa fase è estremamente strategico in quanto facilita l’integrazione delle dorsali impiantistiche e delle distribuzioni all’interno del progetto architettonico. L’analisi accurata di tutti gli aspetti di integrazione, ha consentito di pianificare nel dettaglio la progettazione, offrendo soluzioni integrate non solo per i componenti HVAC ma anche per coordinare correttamente tutte le soluzioni integrate di design, arredi, finiture ecc.

vista del modello Bim impiantistico e strutturale, federata con il modello architettonico

Progetto Bim, la fase esecutiva

Sarco Architects Costa Rica ha gestito non solo lo sviluppo del progetto Bim con Archicad, ma ha pianificato e gestito la fase costruttiva. L’intero progetto è stato generato utilizzando “combinazioni di livelli” e ” Viewmap”, sistema che ha consentito di salvare viste e livelli in funzione alle diverse fasi oggetto di analisi. Ad esempio è stato possibile passare direttamente alla documentazione di progetto o di costruzione, senza avere modelli BIM diversi per le diverse fasi del flusso di lavoro.

Allo stesso modo, tutta la quantificazione di elementi, materiali, carpenteria ecc., è stata gestita automaticamente. A ogni elemento tecnico e oggetto del modello sono state associate tutte le informazioni relative, comprese tutte le schede tecniche necessarie alla costruzione, implementate direttamente dai fornitori, consentendo al progetto di avanzare molto più velocemente, in modo più efficiente e senza errori.

I risultati del lavoro Bim sono sorprendenti, poiché durante tutto il ciclo di vita di un progetto possiamo accompagnando anche il Committente in tutte le fasi di lavoro e testimoniando a ogni step, che il modello è identico alla realtà, a partire da quando il nostro progetto inizia a prendere forma” ha affermato Roderick Anderson CEO & Design Director, Sarco Architects Costa Rica.

Sarco Architects Costa Rica ha progettato circa 65-70 progetti in Bim e ormai i processi sono stati implementati in tutte le fasi, aumentando notevolmente la capacità di lavoro, la produttività e l’efficienza dello studio.

 

La ricerca di migliori strumenti software

La metodologia Bim è stata implementata dalle prime fasi di progettazione alla realizzazione dell’opera e ha avuto un impatto strategico sullo sviluppo dello studio Sarco. Occupandosi infatti sia della progettazione che della costruzione dei suoi interventi, ha potuto creare un flusso informativo coerente e continuo su tutto il processo edilizio, registrando risparmi significativi nei costi di costruzione. Con la progettazione in Bim è possibile rilevare e risolvere le incongruenze e le interferenze di progetto, evitando errori e rallentamenti durante il processo di costruzione.

Confronto di una vista del modello Bim e del progetto realizzato

All’inizio dell’attività, Roderick, come la maggior parte degli architetti dell’epoca, si affidava al CAD per i suoi progetti. Ma ben presto riconobbe i difetti e i limiti degli strumenti 2D. Dopo molte sperimentazioni, si è concentrato sul Building Information Modeling (BIM), qualcosa che nessun’altra azienda in Costa Rica utilizzava in quel momento. “Il Bim ha cambiato tutto”, dice Roderick, proprietario e presidente di Sarco Architects “Non abbiamo più dovuto interpretare disegni CAD complessi. Siamo stati in grado di costruire virtualmente i nostri progetti e includere nel modello il più alto grado di dettaglio“. Il Bim anche aiutato i clienti a visualizzare le loro case in un modo che non avrebbero mai potuto con disegni e schemi CAD.

Oggi la modellazione 3D Bim una parte importante di ciò che facciamo”, afferma Roderick. “È cambiato il modo di presentare i progetti ai clienti. Possono guardare i disegni sul PC di casa, sul tablet o sullo smartphone. I disegni e i modelli sono completamente trasparenti ed estremamente dettagliati. I committenti possono vedere tutto, dalle finestre panoramiche alle texture delle piastrelle nella loro doccia“.

I clienti internazionali di Sarco Architects hanno apprezzato un altro vantaggio della modellazione 3D: non avevano bisogno di viaggiare frequentemente in Costa Rica per prendere decisioni sul design. Sono stati in grado di controllare a distanza i progetti grazie ai modelli virtuali costantemente aggiornati dai progettisti.

I modelli Bim ci permettono di far camminare i clienti nelle loro case da remoto“, afferma Roderick, “Possono vedere attraverso, intorno e sopra la loro casa, osservandola da qualsiasi angolazione. I modelli digitali riducono la distanza tra il paese di origine del cliente e la Costa Rica“. Il Bim non è soltanto un modello 3D che permette la visualizzazione dell’edificio, la renderizzazione e la creazione di video realistici del futuro intervento. Il Bim ha l’enorme e unico vantaggio di creare modelli da cui derivare tutti gli elaborati di progetto aggiornati e coerenti e di poter avere, al termine del processo di progettazione, progetti verificati e senza errori. “Il nostro livello di competenza è stato descritto come uno dei principali esempi in America Latina“, afferma Roderick, che ha tenuto conferenze in tutto il mondo sui meriti del Bim. “Sarco Architects è riconosciuta come la società leader in Costa Rica nell’applicazione della tecnologia Bim alle case di lusso di fascia alta“.

La scheda del progetto

Localizzazione Guanacaste, Costa Rica
Committente Privato
Destinazione d’uso Residenziale
Progetto architettonico Roderick Anderson, SARCO Architects,

Costa Rica

Impresa principale SARCO General Contractor
Anno di costruzione 2015
Piani 3
Superficie 1.290 m2

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here