Bim protagonista con Graphisoft a SAIE Bari

Graphisoft partecipa a SAIE Bari, Fiera del Levante dal 24 al 26 ottobre, edizione della fiera di riferimento per le tecnologie per l’edilizia e l’ambiente costruito 4.0 pensata appositamente per il mercato del Centro e Sud Italia

Protagonista assoluto dello stand Graphisoft (Padiglione NP, Stand H23) – sarà il Bim.

La software house del Gruppo Nemetscheki presenterà le ultime soluzioni per la progettazione e fornirà le informazioni necessarie per i servizi di consulenza e gli innovativi corsi che arricchiscono la nuova piattaforma di e-learning Archicad Academy, indirizzati a chi vuole approfondire la progettazione architettonica in Bim.

Tra le novità di prodotto in evidenza, la più importante è sicuramente Archicad 23, la nuovissima release del celebre software di authoring Bim di Graphisoft.

Archicad 23 migliora le prestazioni percepite di processi essenziali come l'avvio del software, l'apertura di file, il lavoro in ambienti multi-progetto e il passaggio tra diverse viste del progetto BIM. I nuovissimi strumenti Forometria, Pilastro e Trave aumentano l'accuratezza e l'interoperabilità della modellazione con le discipline ingegneristiche.

La principale novità proposta nella nuova versione è la maggiore reattività che permette di un flusso ininterrotto dall’avvio del software, dall'accesso ai dati del progetto e dalla navigazione attraverso il Bim.

Il risultato è ottenuto grazie a una combinazione di ottimizzazione delle prestazioni di base, flussi di lavoro ottimizzati e dimensioni di file ridotte.

Graphisoft ha previsto alcuni momenti durante le giornate fieristiche dedicati alle demo: ogni giorno demo di Archicad 23, demo a tema Archicad e il Bim, e dimostrazioni dedicate all’HBIM.

Graphisoft porta il suo know-how a Bari anche come partecipante al ciclo di seminari Think Bim di Assobim in programma nelle giornate del 24, 25 e 26 ottobre,con l’obiettivo di offrire la propria esperienza sullo stato dell’arte del Bim nella progettazione architettonica in Italia e consentire ai professionisti di approfondire la tematica che sta cambiando il modo di lavorare di uno dei settori industriali storicamente meno digitalizzati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here