Home Aziende Progettazione urbana: Autodesk compra Spacemaker

Progettazione urbana: Autodesk compra Spacemaker

Con due miliardi di persone in più che si prevede che abiteranno il nostro pianeta entro il 2050, la velocità del design e la sostenibilità nella pianificazione urbana devono essere priorità ea tecnologia Spacemaker offre un cambiamento fondamentale nel modo in cui immaginiamo e costruiamo le città per mantenere le persone e il pianeta sani“. Così si è espresso il ceo e presidente di Autodesk, Andrew Anagnost.

Autodesk ha infatti annunciato di aver firmato un accordo definitivo per acquisire la società norvegese Spacemaker per 240 milioni di dollari.

La transazione è soggetta alle consuete condizioni di chiusura e si prevede che si concluda durante il quarto trimestre di Autodesk dell’anno fiscale 2021, che si concluderà il 31 gennaio 2021.

La società di Oslo utilizza il cloud, l’intelligenza artificiale e il design generativo per aiutare gli architetti, i progettisti urbani e gli sviluppatori immobiliari a prendere decisioni di progettazione più informate nelle fasi iniziali della progettazione urbana.

Valutando le migliori opzioni sin dall’inizio, Spacemaker aiuta gli architetti a massimizzare gli investimenti immobiliari a lungo termine dei loro clienti.

L’acquisizione di Spacemaker fornisce ad Autodesk una piattaforma per guidare un’automazione incentrata sull’utente, basata sull’intelligenza artificiale, e accelerare le funzionalità di progettazione basata sui risultati per gli architetti.

Con Spacemaker,i professionisti del design possono creare e valutare rapidamente le opzioni per un edificio o uno sviluppo urbano.

Con l’intelligenza artificiale la piattaforma Spacemaker consente agli utenti di generare, ottimizzare e iterare rapidamente alternative di progettazione, il tutto considerando criteri di progettazione e dati come terreno, mappe, vento, illuminazione, traffico, zonizzazione.

Spacemaker restituisce rapidamente alternative di design ottimizzate. Ciò porta a risultati migliori sin dall’inizio e consente ai designer di concentrarsi sulla parte creativa del loro lavoro professionale.

Come ha spiegato Havard Haukeland, Ceo e co-fondatore di Spacemaker, “Quattro anni fa, abbiamo intrapreso una missione per aiutare i team di progettazione, ingegneria e progetto a reinventare lo sviluppo di città e quartieri più sostenibili in tutto il mondo massimizzando l’investimento. Autodesk condivide il nostro obiettivo di creare un pianeta più sano per tutti ed è in una posizione unica per mettere più rapidamente il nostro prodotto nelle mani dei team di pianificazione di tutto il mondo“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Il Bim e l’interazione con i nuovi device per l’acquisizione dati

L’integrazione fra il Bim e avanzate tecnologie di rilievo ed elaborazione dei dati come il laser scanning, a terra e tramite droni, e i software di gestione ed elaborazione

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php