Home BIM Bimode: l'utiizzo del Bim 5D per i progetti sanitari

Bimode: l’utiizzo del Bim 5D per i progetti sanitari

Bimode è uno studio associato di progettazione edilizia che sin dalla sua creazione, nel 2014 a San Lazzaro di Savena (BO), ha adottato la metodologia Bim.

Bimode che oggi si avvale di 9 collaboratori e ha una forte specializzazione in ambito sanitario, settore nel quale si occupa della progettazione integrata di progetti anche molto complessi.

Per gestire gli aspetti di preventivazione, quantity take off, analisi dei costi e budget, ha implementato il software TeamSystem Construction Project Management.

Come spiega l’ingegnere Fabio Pennacchioni, Bimode nel 2017 ha avuto l’opportunità di progettare il pronto soccorso dell’ospedale di Bentivoglio, in provincia di Bologna: “Abbiamo ritenuto fosse una commessa che si prestava per una prima sperimentazione efficace dell’implementazione del Bim per il quantity take off, che ha quindi affiancato lo sviluppo in Bim del progetto edile e strutturale. È stato il primo intervento in cui il Bim ci ha consentito un’efficiente gestione dei processi di preventivazione e controllo della commessa, è stato tra i progetti più sperimentali in quel momento“.

All’inizio Bimode si è interfacciata più di una volta con l’ufficio sviluppo di TeamSystem, che ha messo a punto l’applicazione secondo i riscontri forniti. Da allora, ogni volta in cui è necessario e c’è la possibilità di sviluppare un progetto in cui anche la preventivazione sia in Bim, Bimode utilizza TeamSystem Construction Project Management.

Di TeamSystem Construction Project Management Bimode utilizza i pacchetti di preventivazione, contabilità, analisi, Bim, capitolato, crono programma e anche di piano di manutenzione (anche se quest’ultimo, rivela Pennacchioni, è quello che viene chiesto meno dalla committenza).

Attualmente Bimode sta gestendo una commessa in cui dovrà seguire anche l’aspetto del 4D, del controllo dei tempi in corso d’opera e della programmazione delle fasi, basando interamente tutto su un modello Bm.

«Utilizzeremo il modulo Programmazione Lavori 4D integrato in CPM – spiega Pennacchioni  – e a seconda delle esigenze del committente e della complessità dei lavori, se verrà richiesto valuteremo l’integrazione con Synchro Pro».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Webinar: il Bim per l’Asset Management con la ISO 19650-3

Il Bim per l’Asset Management visto con la lente di un approccio internazionale, attraverso l’adozione della ISO 19650-3, con Emilia Cardamone e Fabio Piraino di Bsi Group Italia

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php