Home Costruzioni Cari Costruzioni, il lockdown è alle spalle, il passaggio al cloud rimane

Cari Costruzioni, il lockdown è alle spalle, il passaggio al cloud rimane

Da quindici anni, a Roma e con cantieri in tutta Italia, Cari Costruzioni si occupa di edilizia, ingegneria civile, restauro e ristrutturazione di edifici. Fa parte di un Gruppo di oltre 70 dipendenti che fa capo alla famiglia Rubei e che include la CG Edil Coop che si occupa di edilizia privata e una piccola impresa specializzata in movimento terra.

Nel 2019 Cari Costruzioni ha deciso di adottare un sistema gestionale per l’impresa, l’esigenza era di avere un software per generare preventivi, gestire i costi di commessa, pianificare e programmare gli interventi e supportare la direzione lavori e la gestione del cantiere: TeamSystem Construction Project Management (CPM).

pianificazione lavori

Inizialmente Cari Costruzioni ha scelto l’installazione di TeamSystem CPM sul server fisico aziendale.

Dopo i primi mesi, avendo tecnici e cantieri dislocati in tutta Italia e la necessità di operare su team distribuiti e condividere informazioni e processi, l’azienda stava valutando di migrare al Cloud.

L’arrivo della pandemia da Covid-19 e il lockdown hanno portato alla decisione di passare dal server fisico alla modalità cloud.

In questo modo tutti i dipendenti potevano accedere all’applicazione e salvare i propri dati ovunque e in qualsiasi momento: “ora che lavoriamo in cloud da qualche mese siamo contenti, ci siamo resi conto dei vantaggi e non torneremo indietro”, afferma l’Ingegner Valerio Garbo, Direttore di Commessa in Cari Costruzioni.

prezzari

La versione Cloud di TeamSystem Construction Project Management è disponibile grazie alla tecnologia Microsoft Azure e permette di accedere all’applicazione e salvare i propri dati ovunque e in qualsiasi momento, anche da dispositivi mobili.

Dall’ufficio o sul campo è possibile fornire o estrapolare dati e informazioni per una più efficiente gestione del progetto. Il software diviene quindi un fondamentale strumento di lavoro, che abilita la cooperazione tra i vari attori di un progetto, attraverso un accesso ai dati sicuro e affidabile.

“L’adozione di TeamSystem CPM in cloud ha dato il via alla digitalizzazione in azienda. Stiamo trasferendocloud anche i documenti che erano ancora cartacei, in modo da avere un archivio online completo, accessibile e sicuro” dice Valerio Garbo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Tutorial: il Bim, lo standard IFC e l’interoperabilità

Uno dei cardini concettuali e funzionali della metodologia Bim è l’interoperabilità tra piattaforme software resa possibile dall’adozione di uno standard condiviso come l’IFC

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php