Home Aziende Costruzioni sostenibili, il digitale è la strada migliore

Costruzioni sostenibili, il digitale è la strada migliore

Nell’era della trasformazione digitale, che sta proponendo nuovi paradigmi di pensiero, processo e realizzazione in ogni ramo dell’economia, il mondo AEC (Architettura, Ingegneria, Costruzioni) sta vivendo il suo rinascimento digitale basato sui principali trend tecnologici dell’industria 4.0 (Internet of Thinks – IoT; Intelligenza Artificiale AI & Machine Learning; Big data & Predictive Analytics; Virtual reality & Augmented Reality; Automazione & Robotizzazione)

Stress abbraccia questa strategia, condivisa e partecipata, in grado di trasformare un edificio e più in generale un territorio da semplice agglomerato di cose e persone a smart community, efficiente e socialmente innovativa, in cui l’innesto di moderne tecnologie nell’agire quotidiano inciderà direttamente sulla qualità della vita e sulla sicurezza dei cittadini.

In quest’ottica, Stress promuove l’innovazione digitale quale elemento qualificante di una filiera complessa come quella delle costruzioni, attivando azioni di dimostrazione e diffusione, realizzazioni di prototipi e sperimentazioni attraverso un network eterogeneo di primari istituti di ricerca ed importanti realtà imprenditoriali del settore.

 

Le iniziative promosse da Stress in ambito Europeo, Nazionale e Regionale saranno protagoniste nell’area “Costruzioni 4.0: Il teatro della trasformazione digitale” dell’edizione 2019 del Digital&BIM Italia – l’iniziativa italiana dedicata esclusivamente alla trasformazione del settore delle costruzioni attraverso la digitalizzazione, le tecnologie e l’innovazione.

Nell’ambito del programma Quadro dell’Unione Europea (UE) per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020, Stress ha in corso 8 progetti di ricerca industriale che puntano a produrre soluzioni innovative per il comparto, con approccio integrato sugli aspetti dell’efficienza energetica, dei beni culturali e della digitalizzazione.

Tra questi sarà presentato il progetto BIM-SPEED – Harmonised Building Information Speedway for Energy-Efficient Renovation – che mira a dimostrare l’applicabilità della tecnologia Bim per accelerare gli interventi di efficientamento energetico del patrimonio edilizio a carattere residenziale. Il progetto prevede il coinvolgimento di 22 partner provenienti da 9 paesi europei e l’applicazione delle soluzioni sviluppate su 13 casi dimostratori nei vari paesi coinvolti.

Al livello nazionale, Stress presenterà l’iniziativa CHERIE – Ambiente interoperabile per il patrimonio culturale – in corso nell’ambito del CLUSTER “TICHE” sui Beni Culturali promosso dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.

Il progetto prevede lo sviluppo di una “piattaforma abilitante” per la conoscenza, la gestione, il restauro, la riqualificazione, la messa in sicurezza e la valorizzazione del Patrimonio culturale, che consenta la creazione di un ecosistema digitale dei beni culturali che riconnetta tutti gli attori coinvolti nel processo, abilitando lo scambio di informazioni attraverso le tecnologie di modellazione elettronica. La piattaforma sarà testata su due casi studio come la Villa Reale di Monza e la Reggia di Capodimonte, attuale sede dell’omonimo Museo Nazionale di Napoli.

Al livello regionale, infine, Stress sarà presente con il progetto Bim ReCulT – Il metodo Bim per il recupero del patrimonio culturale – sviluppato in sinergia con Acca Software ed ETT, nell’ambito del POR 2014-2020 della Regione Campania.

Il progetto è incentrato sullo sviluppo di applicativi di Bim authoriting per la creazione ed uso di modelli informativi digitali open Bim dedicati alla gestione degli edifici storici monumentali, integrando ad essi strumenti di fruizione aumentata: Augmented Reality (AR) e Virtual Reality (VR), con cui valorizzare gli stessi edifici e facilitarne la gestione, nell’era dell’industria 4.0, sfruttando tecnologie altamente innovative con lo scopo di immergere totalmente gli utenti all’interno dei contenuti del bene monumentale visitato ovvero adottare soluzioni smart con cui facilitare l’utilizzo, la manutenzione e la gestione del bene monumentale.

 

Chi è Stress

Stress S.c.ar.l. Sviluppo Tecnologie e Ricerca per l’Edilizia Sismicamente Sicura ed ecoSostenibile è una società consortile senza fini di lucro, nata a Napoli nel 2010, con l’obiettivo di promuovere l’innovazione quale elemento qualificante di una filiera complessa come quella delle costruzioni, attraverso un network eterogeneo di primari istituti di ricerca ed importanti realtà imprenditoriali operanti sul territorio nazionale ed internazionale.

Nel 2012 Stress, è stata designata dal MIUR soggetto attuatore del Distretto ad alta tecnologia sulle costruzioni sostenibili, ed è oggi tra i più accreditati riferimenti nel settore dell’innovazione per le costruzioni nel Mezzogiorno.

Stress opera sulle tematiche della sostenibilità, della sicurezza e della resilienza del costruito storico, delle città del futuro e delle reti infrastrutturali, dando centralità alle ricadute sui sistemi urbani e sociali, utilizzando un approccio che individua nella qualità della vita e nel benessere dei cittadini, gli indicatori di una gestione positiva delle trasformazioni urbane e dell’utilizzo di risorse naturali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Tutorial: il Bim per la progettazione architettonica

Un video tutorial di 15 minuti per conoscere gli elementi di base che regolano l'utilizzo della metodologia Bim nella progettazione architettonica

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php