Home Costruzioni Con l'evacuazione adattiva di Eaton, la via di fuga si adegua al...

Con l’evacuazione adattiva di Eaton, la via di fuga si adegua al problema

Tutti gli stabili hanno segnali di evacuazione, ma sono solo pittogrammi. Questo comporta che quando c’è la necessità di effettuare un’evacuazione si possa seguire solo la via indicata dal pannello, che è sempre la stessa qualunque sia il problema che ha reso necessaria l’evacuazione stessa. Eaton propone invece l’evacuazione adattiva, cioè basata su un tragitto capace di adattarsi alle condizioni di pericolo che si sono create all’interno dell’edificio.

Giacomo Zambruno, Segment Marketing Manager Commercial Building di Eaton Italia
Giacomo Zambruno, Segment Marketing Manager Commercial Building di Eaton Italia

Nella soluzione adattiva di Eaton si può modificare l’indicazione sulla via da seguire per l’evacuazione in funzione di dove si è sviluppato il problema. “Può sembrare una soluzione molto semplice e intuitiva – afferma Giacomo Zambruno, Segment Marketing Manager Commercial Building di Eaton Italia -, tuttavia è regolata da una normativa molto stringente ed Eaton è riuscita a superare tutti i test che tale normativa comporta”.

Le lampade possono essere gestite da un unico sensore: sono autoalimentate (la batteria è nel deck) e c’è un rilevatore di fumo per identificare un eventuale problema. Se si sviluppa un incendio, viene localizzata la posizione e l’indicazione per l’evacuazione tiene conto di tale posizione, eventualmente modificando la direzione.

Uno scenario in cui l’evacuazione adattiva risulta particolarmente efficace è quello in cui la soluzione migliore per fronteggiare un problema potrebbe essere rimanere nella stanza in cui ci si trova o addirittura di non uscire dall’edificio. In questo caso, l’indicazione potrebbe segnalare di non passare da una determinata porta o di non uscire dalla stanza.

Questo è un prodotto semplice e particolarmente efficace – sottolinea Zambruno –, ma in questo momento non c’è ancora una normativa che obblighi la sua installazione. E oggi Eaton è l’unica azienda a proporre l’evacuazione adattiva a livello europeo“.

Monitoraggio remoto tramite connessione IP

Tra le ultime novità presentate da Eaton in ambito safety citiamo anche la centrale di rilevazione fumi xDetect, che abilita la gestione e il monitoraggio dei nuovi sistemi anche da remoto tramite la connessione IP e il webserver integrato.

Più in dettaglio, la nuova centrale antincendio xDetect è disponibile in due versioni – fino a 2 e fino a 4 loop – ed è dotata di un ampio touchscreen a colori di ultima generazione che permette di impostare e gestire in semplicità tutte le configurazioni e gli allarmi. È disponibile anche una versione “cieca” che consente di contenere i costi semplificando la distribuzione delle linee e riducendone la lunghezza effettiva.

Sul versante protezione dati, Eaton propone invece l’IPM (Intelligent Power Manegement) Understand Edition, che espone in tempo reale lo stato dell’infrastruttura in termini di potenza e dei sensori di monitoraggio ambientale, fornendo risposte rapide sia per le pianificazioni strategiche sia per l’ottimizzazione del data center.

L’IPM Manager e l’Optimize Editions sono invece in grado di colmare il divario tra l’infrastruttura fisica di alimentazione e infrastrutture IT virtualizzate, come per esempio VMware.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Tutorial: Il Bim per la progettazione strutturale

In questo video divulgativo vengono analizzati nel dettaglio i principali aspetti relativi all’applicazione della metodologia Bim nell’ambito della progettazione strutturale

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php