Home Costruzioni Holcim sceglie Nutanix e promuove la sostenibilità nelle costruzioni

Holcim sceglie Nutanix e promuove la sostenibilità nelle costruzioni

Nutanix, società specializzata nell’hybrid multicloud computing, ha annunciato che Grupo Holcim ha implementato con successo la propria piattaforma iperconvergente.

Il gruppo è leader mondiale nella produzione di materiali e soluzioni per l’edilizia e da oltre 20 anni si impegna a rendere più ecosostenibili i propri stabilimenti e impianti.

La sua missione è quella di promuovere la riduzione delle emissioni di carbonio nel settore, in qualità di azienda “Net Zero”, ed è il primo grande produttore di cemento a sottoscrivere l’impegno delle Nazioni Unite per mantenere il riscaldamento globale entro 1,5 °C, rispetto ai livelli pre-industriali.

L’iperconvergenza – sottolinea Nutanix – è alla base di ROBO v2 (la seconda versione di Remote Office Branch Office), che si è lasciata alle spalle un’infrastruttura It giunta a fine vita, con sistemi informatici virtualizzati, storage centralizzato, firewall e costosi sistemi di backup.

Con ROBO v2.1, l’azienda abbraccia l’iperconvergenza e la possibilità di implementare funzionalità di elaborazione grafica. Come punto di partenza sono stati implementati cluster Nutanix con tre nodi, mantenendo il livello di sicurezza del firewall e modernizzando il backup con una soluzione Software-as-a-Service (SaaS).

L’iperconvergenza è un ulteriore passo avanti verso una totale operatività in cloud di Grupo Holcim. Oggi – sottolinea ancora Nutanix – il 60% delle applicazioni e dei processi viene eseguito nel cloud ed entro l’inizio del 2023 il dipartimento It stima che il 100% di queste applicazioni sarà migrato dagli ambienti on-premise al cloud, sia privato che pubblico.

Dell’organizzazione It del Gruppo Holcim, che opera principalmente da Madrid, fa parte la divisione Global I&O EMEA, responsabile della fornitura di servizi infrastrutturali e operativi al Digital Center EMEA.

Insieme, forniscono servizi innovativi a più di 30.000 utenti in 53 Paesi delle regioni Europa, Africa e Medio Oriente (EMEA) con una capacità installata di oltre 80 milioni di tonnellate di cemento all’anno.

La piattaforma Nutanix consente di ottimizzare ed evolvere il servizio infrastrutturale su base ricorrente, garantendo le attività di versioning e la standardizzazione nelle diverse aree geografiche.

Francisco Javier Mollá, Global I&O Service Delivery Manager per l’area EMEA di Holcim Group, ha spiegato: “Volevamo che Nutanix ci aiutasse a fornire soluzioni business locali efficienti a complemento dei servizi implementati sulla piattaforma centralizzata ospitata sul cloud pubblico di Amazon Web Services (AWS).

Il reparto It ha contribuito notevolmente a ridurre il consumo di elettricità grazie a nuove macchine più efficienti e alla centralizzazione dei servizi nel cloud pubblico. Utilizzare solo le risorse necessarie significa anche risparmiare in termini di efficienza e di emissioni CO2“.

Per completare le implementazioni in ogni sede, il gruppo si è avvalso della collaborazione di SCC Spagna. I responsabili It di ogni installazione ricevono i pacchetti preconfigurati dal partner, che fornisce tutto il supporto necessario con la collaborazione di Nutanix.

Uno dei principali vantaggi della nuova infrastruttura – spiega Nutanix – è il suo potenziale contributo alla sostenibilità. Il reparto It è particolarmente soddisfatto del risparmio di elettricità, dell’efficienza e della semplificazione dei processi.

Ha sottolineato Francisco Javier Mollá: “Ora gestiamo tutti i bundle da un’unica console e siamo in grado di automatizzare attività critiche come le patch di sicurezza. Un altro grande vantaggio che abbiamo riscontrato è la scalabilità. La possibilità di adattarsi dinamicamente alla domanda in base alle esigenze di business ha un valore evidente“.

In termini di sicurezza, per Grupo Holcim lo storage non è più un singolo punto di vulnerabilità (single-point-of-failure). Con l’infrastruttura precedente, se la cabina di archiviazione si guastava, il sistema era fuori servizio. Ora, grazie allo storage virtualizzato e distribuito, questo rischio non esiste più. Per quanto riguarda i costi, il modello pay-as-you-go consente all’azienda di pagare per ciò che serve e di non essere vincolata a costi di licenza elevati.

Jorge Vázquez, Senior Sales Director di Nutanix Iberia, ha dichiarato: “La semplicità e l’efficienza della nostra tecnologia sono state molto importanti per Grupo Holcim, che ha potuto così continuare a rispettare l’ambiente.

Siamo orgogliosi di collaborare con una delle aziende più impegnate nel cercare di raggiungere il traguardo della carbon neutrality, ovvero zero emissioni di CO2, nel settore delle costruzioni“.

Leggi tutti i nostri articoli sul settore delle costruzioni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Webinar: dalla certificazione del software BIM una garanzia di allineamento a...

Il ciclo di webinar proposti da Assobim prosegue: in questa puntata approfondiamo la certificazione Kitemark for BIM software

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php