Home Pubblica Amministrazione Patto fra Isi e Assobim per digitalizzare le costruzioni

Patto fra Isi e Assobim per digitalizzare le costruzioni

Isi – Ingegneria Sismica Italiana, associazione che riunisce i professionisti del settore, e Assobim, hanno siglato un accordo per operare congiuntamente nella promozione di attività e iniziative rivolte ai professionisti della filiera delle costruzioni e al settore multidisciplinare dell’ingegneria civile che studia la risposta ai terremoti dell’ambiente costruito e dei terreni.

L’accordo sottoscritto punta alla definizione di una comune azione programmatica che avrà tra le sue linee guida la promozione di azioni di studio sui problemi tecnici e organizzativi degli attori della filiera, volte anche a ottenere la rappresentanza nelle commissioni di studio di disposizioni, ordinamenti, leggi e regolamenti che interessino la digitalizzazione del settore.

Le due associazioni si impegnano inoltre a stabilire e mantenere relazioni di collaborazione con le associazioni di categoria nazionali ed internazionali che si propongono la diffusione della digitalizzazione come uno degli strumenti cardine su cui poggiare il rilancio economico del Paese.

Isi e Assobim lavoreranno insieme con molteplici obiettivi: realizzare progetti negli ambiti, professionale, culturale e sociale con particolare attenzione all’informazione sulle tematiche inerenti alla digitalizzazione; organizzare forum, convegni ed eventi inerenti al mondo della digitalizzazione; organizzare corsi di formazione e aggiornamento professionale sul Bim; redigere e pubblicare libri, riviste e bollettini riguardanti le tematiche di interesse comune; attivare rapporti e sottoscrivere convenzioni con enti pubblici e collaborare per lo svolgimento di manifestazioni e iniziative su temi di comune interesse.

Per il Presidente di Isi, Andrea Barocci “Il mondo dell’antisismica è un osservatorio privilegiato per il profondo cambiamento e l’evoluzione che negli ultimi anni hanno interessato il mondo delle costruzioni e delle infrastrutture. Questo osservatorio, oltre ad essere trasversale racchiudendo tutti i componenti della filiera (dalla ricerca alle aziende produttrici di tecnologie, passando per i professionisti), parte inevitabilmente dal passato: il nostro patrimonio edilizio e le sue carenze sono state molte volte, purtroppo, la molla per un salto in avanti dopo eventi disastrosi. Ora lo sguardo si deve necessariamente spostare verso il futuro, e in questo non è possibile prescindere dalla digitalizzazione e dal Bim”.

Per Adriano Castagnone “con questo accordo di collaborazione, Isi e Assobim hanno posto le basi per potenziare le azioni anche nell’ambito dell’ingegneria sismica, con l’obiettivo comune di favorire la transizione verso una piena digitalizzazione del settore”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Webinar: metodi e strumenti per condurre verifiche sui modelli Bim

Massimiliano Baraldo di One Team ci fornisce una panoramica su tecniche e strumenti per verifiche utili al Model e Code Checking, principalmente per modelli creati con Autodesk Revit

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php