Home Aziende La trasformazione digitale di Gruppo Carron

La trasformazione digitale di Gruppo Carron

Gruppo Carron è una delle più importanti realtà italiane nel campo dell’edilizia, del restauro e delle grandi opere.

Il Gruppo composto da Carron SpA con sede in provincia di Treviso e Carron Bau con sede in Alto Adige opera su tutta Italia ha intrapreso da anni un importante percorso di digitalizzazione, che ha dovuto fare i conti con la pandemia.

Marta Carron, vice presidente di Carron spiega che ad eccezione dei primi due mesi di fermo dovuto al lockdown “il settore delle costruzioni credo sia stato meno colpito rispetto ad altri comparti e le aspettative per il 2021 sono positive.Nei cantieri l’attenzione alla sicurezza è sempre stata una priorità ed è stata intensificata nel rispetto dei nuovi protocolli. Negli uffici, invece, il personale ha lavorato da casa, ma passare allo smart working è risultato molto semplice perché l’azienda aveva già intrapreso un processo di digitalizzazione. Tutti sono riusciti a lavorare da subito, anche da remoto. All’avvento della pandemia, in amministrazione avevamo da poco fatto il passaggio al software TeamSystem Enterprise adottato nel gennaio 2020. C’è stato quindi un gran lavoro da parte di tutto il personale per imparare a utilizzare il nuovo software anche da casa. Abbiamo dedicato una risorsa al supporto e alla risoluzione di eventuali problemi. Eravamo partiti da pochi mesi anche con TeamSystem Construction Project Management (CPM) il software per la tenuta della contabilità del cantiere edile, di opere di qualsiasi dimensione e complessità”.

Il percorso di trasformazione digitale di Gruppo Carron è iniziato una decina di anni fa, “quando ci siamo resi conto che l’archivio cartaceo stava scoppiando. È stata creata una struttura che è diventata uno standard aziendale per la conservazione dei dati, in modo che l’informazione sia disponibile in modo univoco e accessibile da tutti in qualsiasi momento. È stato un lavoro importante e intenso. Nello stesso tempo, ci siamo accorti che bisognava ottimizzare i processi produttivi interni e collegare il reparto amministrativo con quello tecnico e con l’ufficio acquisti. Erano mondi separati e questo portava a inefficienze: ad esempio, non c’era sincronia tra i dati circolanti tra sede e cantiere, alcuni lavori venivano svolti due volte. Avevamo chiari gli obiettivi che volevamo raggiungere, anche se il processo di digitalizzazione è stato lungo ed è ancora in corso. Partendo dall’alto, dal management, abbiamo coinvolto tutti i dipendenti, anche i tecnici. Ognuno ha dovuto modificare il proprio metodo di lavoro. Per mettere in atto la trasformazione abbiamo coinvolto due giovani dipendenti che avevano le capacità e le competenze. Il primo, che era un dipendente in amministrazione, oggi è il referente di TeamSystem Enterprise. Per la parte tecnica, invece, abbiamo assunto una figura che veniva dall’Università ed era formata nel BIM. Oggi è il nostro BIM Manager ed è il referente per TeamSystem CPM”.

Gruppo Carron, utilizza TeamSystem Enterprise per tutto ciò che riguarda la contabilità e il controllo di gestione. I dati e i report forniti dal software ci aiutano ad avere il controllo delle nostre performance aziendali: dalle gare ai preventivi, dalla pianificazione alla programmazione lavori, fino al controllo costi e ricavi.

TeamSystem CPM invece permette di seguire la contabilità cantieri, per tenere sotto controllo le commesse dalla gara al computo, dalla programmazione lavori alla pianificazione degli acquisti, dai rapportini di cantiere al controllo di gestione di tutte le commesse in corso.

A oggi abbiamo più di 10 commesse che stiamo seguendo con CPM, e in futuro ogni nuovo cantiere che partirà sarà gestito con questo software. In questo modo, dai cantieri all’ufficio acquisti, tutto sarà collegato all’amministrazione in un flusso di informazioni unico e rapido, che ci porta grandi benefici”, spiega Marta Carron.

Presente e futuro di Gruppo Carron

Il cloud consente a Carron di gestire l’enorme mole di dati legati a una commessa: “A oggi abbiamo una doppia tipologia di archivio, sia in cloud sia su server, e riusciamo a dialogare con entrambi i sistemi, con buoni risultati”.

Per la metodologia Bim Gruppo Carron ha cinque figure interne specializzate nel BIM e segue la maggior parte delle commesse in Bim.

Gruppo Carron sta seguendo la riqualificazione di un edificio storico di Roma di proprietà di Edizione Property, in cui sorgerà il nuovo Bulgari Hotel, cinque stelle lusso: è una commessa da 65 milioni di euro. La società Carron Bau sta poi realizzando la circonvallazione di Merano, importante opera infrastrutturale dal valore di 102 milioni di euro.

Il Gruppo è attivo nel settore della sanità, con due ospedali in costruzione, a Treviso e a Fermo (due commesse del valore di 150 milioni l’una), e nel mondo delle residenze sanitarie assistenziali, con numerosi progetti in Lombardia, Piemonte e Toscana.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Webinar: integrazione tra BIM e GIS attraverso il LOIN

I livelli di fabbisogno informativo sono costruiti su un framework basato su due livelli, i prerequisiti ed il contenuto: li affrontiamo in un webinar con un Bim Manager, Daniele Boni di One Team

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php