Home Progetti La gestione di grandi opere infrastrutturali di FER

La gestione di grandi opere infrastrutturali di FER

FER, Ferrovie Emilia-Romagna è la società in house della Regione Emilia-Romagna che opera in regime di concessione per la gestione della rete ferroviaria regionale di 364 Km assicurando il mantenimento in efficienza delle linee e delle infrastrutture e la fruibilità della rete alla Imprese ferroviarie sia passeggeri che merci.

FER attua anche investimenti mirati al potenziamento e ammodernamento tecnologico e allo sviluppo delle linee e degli impianti ferroviari anche in relazione a strategie di commercializzazione dei servizi.

FER ha sede legale a Ferrara e operativa presso la Stazione Centrale di Bologna e conta oltre 240 dipendenti.

Negli ultimi anni la società è impegnata in un appalto di grande importanza per il territorio: la realizzazione dell’interramento ferroviario di Ferrara.

L’opera in progetto rappresenta l’unificazione in un’unica sede ferroviaria – da realizzare in buona parte in trincea e galleria artificiale – delle due linee ferroviarie esistenti che, in uscita dalla Stazione di Ferrara, si dirigono rispettivamente verso Codigoro (Linea FER) e verso Ravenna-Rimini (Linea RFI).

Sono infrastrutture che consentiranno di alleggerire in modo consistente il traffico sia ferroviario sia viario della città di Ferrara e che rientrano in un intervento complessivo sul nodo di Ferrara pari a 67 milioni di euro.

Per gestire al meglio questo progetto complesso, che vede coinvolti investitori istituzionali come RFI, Regione Emilia-Romagna e Comune di Ferrara, FER nel 2016 ha istituito l’Ufficio Progetti Speciali.

Isabella Malaguti

Come spiega l’Arch. Isabella Malagutti, referente dell’Ufficio Progetti Speciali di FER, “in qualità di stazione appaltante FER ha deciso di creare un ufficio per seguire al meglio questa commessa, che purtroppo in passato ha avuto numerosi stop e rallentamenti. Nel 2016 siamo ripartiti con una nuova gara e, nell’ottica di efficientare i processi e gestire l’appalto in modo più puntuale, è stato deciso di seguire internamente la Direzione Lavori e la sicurezza cantiere. La nostra unità coordina tutte le realtà coinvolte a vario titolo nell’opera dell’interramento ferroviario di Ferrara”.

Per seguire alcuni aspetti del management della commessa, in particolare per il controllo dei costi, la contabilità cantiere e la Direzione Lavori, FER ha adottato il software TeamSystem Construction Project Management (CPM).

Abbiamo 41 milioni di opere da realizzare in tre anni, non solo opere civili ma anche armamento, segnalamento ferroviario, stazioni interrate, ecc. CPM ci consente di avere voci di tariffario comuni: abbiamo importato i tariffari RFI che utilizziamo per dialogare con l’impresa esecutrice – la Baraldini Quirino – e che sono alla base del contratto d’appalto” spiega Malagutti.

Tra le funzioni del software che FER ha trovato più utili, c’è la possibilità di confrontare le regole contabili, di fare proiezioni e previsioni di budget legate al cronoprogramma. Inoltre, nel dialogo tra le parti, la gestione è trasparente: con TeamSystem CPM, la Direzione Lavori ha una valida piattaforma per gestire la sua attività, limitando al massimo i rischi nei riguardi dei contenziosi che possono insorgere.

La tracciabilità delle operazioni e il formato nativo digitale dei documenti e dei dati registrati garantiscono alti standard di affidabilità, sicurezza e controllo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

tecnichevideo

Webinar: applicazione della metodologia Bim nelle amministrazioni pubbliche

Davide Di Franco, Bum Business Developer di One Team, analizza l'operato delle figure professionali Bim nelle attività strutturate delle realtà pubbliche, con esempi di implementazioni e metodi

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php