Amazon Echo Wall Clock

Come abbiamo visto, il 2018 è stato un anno di forte crescita per l’ecosistema Amazon Aleza e la piattaforma Echo. Indubbiamente abbiamo anche assistito a una decisa accelerazione nel percorso di internazionalizzazione dell’assistente virtuale Alexa, disponibile ora anche in Italia. D’altra parte, come è inevitabile che sia, gli Stati Uniti rimangono l’area di mercato dove avvengono inizialmente i nuovi lanci.

Sono stati numerosi, nella seconda metà dello scorso anno, gli annunci di nuovi articoli in arrivo nella gamma Echo. Ne abbiamo parlato in questo articolo. Amazon ha introdotto diversi di questi articoli entro la fine dell’anno.

Al momento queste novità non sono ancora disponibili in Italia. Ma l’arrivo e il consolidamento dell’ecosistema Alexa anche nel nostro Paese, fa sperare che si possa riempire questo gap.

Echo Wall Clock

Con Echo Wall Clock, l’orologio da parete diventa intelligente: o meglio, “parzialmente intelligente”. Echo Wall Clock va infatti abbinato a un dispositivo Echo che sia dotato di Alexa integrata. È compatibile con i vari Echo, Echo Plus, Echo Dot e altri della famiglia.

Amazon Echo Wall ClockAnche per il primo set up è necessario ricorrere a un dispositivo Echo. La connessione avviene mediante connettività wireless Bluetooth, quindi la distanza tra i device deve rientrare nei limiti di questo standard. Dopo la prima configurazione, Echo Wall Clock fa il proprio lavoro sulla parete della stanza, come ogni altro orologio.

Tuttavia, oltre a mostrare l’ora, consente, in abbinamento a un device Echo, di visualizzare i timer impostati. Infatti, Echo Wall Clock sincronizza i timer dal dispositivo Echo e offre un feedback visuale sul quadrante dell’orologio.

Su Amazon statunitense, Echo Wall Clock è ora disponibile al prezzo di 29,99 dollari.

Amazon Echo Link

Una delle azioni che possiamo chiedere ad Alexa di svolgere è di mettere della musica in riproduzione. I dispositivi smart Echo dispongono naturalmente di altoparlanti integrati. Ma per gli appassionati di buona musica e buon suono, uno speaker compatto potrebbe non essere sufficiente.

Gli appassionati di musica che posseggono un buon impianto stereo, hanno la possibilità di integrarvi i servizi di Alexa. Echo Link consente infatti di riprodurre in streaming sull’amplificatore stereo i servizi musicali online più popolari. Supporta naturalmente Amazon Music, ma anche Spotify, Apple Music (che negli Stati Uniti è ora disponibile su Echo) e altri.

Amazon Echo LinkAnche in questo caso è necessario un dispositivo Echo per sfruttare le funzioni di Alexa (Echo Link non ha il microfono integrato). Quindi, si potrebbe pensare, non è di grande utilità, visto che ad esempio anche Echo Dot offre un’uscita line out audio. Quella di Echo Dot è però un semplice mini-jack da 3,5 mm, mentre Echo Link offre ingressi e uscite sia analogici che digitali.

Echo Link è anche dotato di un amplificatore per cuffia di qualità hi-fi. Ed è inoltre equipaggiato con una presa di rete Ethernet, per uno streaming audio di qualità e senza drop. Uscite e ingressi analogici sono RCA ed è presente anche un output per un subwoofer.

Esiste poi anche la versione Echo Link Amp che integra un amplificatore stereo in classe D da 60W a 8 Ohm. Con quest’ultimo, basta un paio di speaker passivi per realizzare un impianto stereo.

Echo Link negli Stati Uniti costa 199,99 dollari, mentre Echo Link Amp costa 299,99 dollari. E a proposito di subwoofer, tra gli accessori della gamma Echo è ora disponibile (anche in questo caso, non ancora in Italia) anche Echo Sub. Costa 129,99 dollari e consente di abbinare al proprio speaker Echo un subwoofer da 100 watt in modalità wireless.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here