Home Smart home Il nuovo comfort abitativo post pandemia

Il nuovo comfort abitativo post pandemia

Affermare che per gli italiani il patrimonio immobiliare sia sempre stato fondamentale può suonare ovvio.
Infatti, l’Italia vanta una percentuale di case di proprietà che sfiora l’80% del totale.

Un valore che testimonia una duplice realtà. Da un lato, il mattone continua ad essere uno dei principali strumenti di investimento nel nostro paese.

Dall’altro, possedere un’abitazione è per molti nostri concittadini un punto di arrivo di anni di sacrifici economici, e di conseguenza un vanto per la propria famiglia.

Il comfort abitativo, la nuova priorità per gli italiani

La novità a cui stiamo assistendo negli ultimi anni è l’importanza centrale che sta assumendo il concetto di comfort abitativo.

La disponibilità di nuove tecnologie ha aperto scenari e opportunità fino a pochi anni fa impensabili, oppure semplicemente troppo onerose per un’ampia fetta della popolazione.

L’affermazione della trasformazione digitale ha “trasfuso” tecnologie di derivazione IT anche all’interno degli ecosistemi immobiliari, agevolando tutti gli attori coinvolti: progettisti, ingegneri, produttori, installatori e – tassello fondamentale – i clienti.

Una relazione che vede quindi coinvolti numerosi soggetti, tutti accomunati dalla medesima volontà: sfruttare la tecnologia per facilitare business e comfort, al tempo stesso aumentando valore e appetibilità di un immobile.

Il fattore pandemia ha accelerato l’adozione di nuove tecnologie abitative, e la ragione è facile da comprendere.

Gli italiani si sono visti costretti a passare gran parte del tempo nelle proprie abitazioni. Inoltre, è forte la prospettiva di un’adozione permanente dello smart working.

Tecnologia e competenze, binomio inseparabile

Per queste ragioni, e impossibilitati a viaggiare, non pochi italiani hanno scelto di investire parte del proprio budget (magari sottraendolo proprio da quello riservato alle vacanze) a migliorare il proprio comfort abitativo.

In questo contesto si inserisce Airzone, che ha saputo da tempo mettere a frutto un grande know-how nella gestione della climatizzazione degli ambienti.

L’esperienza della società, unita all’implementazione delle più recenti tecnologie cloud, permette agli ingegneri di dedicarsi al proprio lavoro con la massima serenità, consapevoli di affidarsi ad una solida realtà, forte di un expertise fondamentale in Italia. Infatti, un enorme numero di immobili preesistente presenta complessità implementative non indifferenti.

Airzone ha proprio nella capacità di plasmare le proprie soluzioni su situazioni preesistenti un vanto e un punto di forza.

Sono molte le situazioni in cui nella stessa abitazione convivono differenti tipologie di impianti: uno per la climatizzazione, uno per il riscaldamento e gli eventuali sistemi domotici. La missione di Airzone è far sì che tutto sia integrato alla perfezione.

Gli ingegneri saranno sicuramente soddisfatti di poter affidare il proprio lavoro alla grande semplicità garantita da Airzone Cloud, che consente di sfruttare la tecnologia Airzone nel palmo della mano.
Il controllo dell’impianto è facile e accessibile da ogni piattaforma: smartphone, computer e perfino i più recenti assistenti vocali, come Amazon Alexa o Google Assistant.

A supporto di tanta tecnologia e altrettanta esperienza, non può certo mancare il supporto concreto dei tecnici di Airzone, in grado di supportare gli ingegneri nella realizzazione del progetto perfetto. Difficile, se non impossibile, immaginare un partner migliore e che renda più semplice un compito tutt’altro che banale.

Per approfondire: una monografia gratuita sulla climatizzazione digitale

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Webinar: Hbim, gestire le dimensioni oltre al 3D

Con Hbim si indicano quei progetti che applicano la metodologia Bim agli interventi di recupero del patrimonio esistente. Un caso scuola illustrato da Stefano Amista di Teamsystem Construction e dall'architetto che lo ha seguito, Ilario Tassone

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php