Guida alle stampanti per progettare in architettura ed edilizia

I volumi di carta stampata si stanno globalmente riducendo, ma se un settore che non può proprio fare a meno delle stampanti è quello che viene genericamente definito con l’acronimo AEC e che comprende i progettisti, gli studi e le società che operano nei comparti dell’architettura, dell’ingegneria e dell’edilizia.

Il ricorso a stampanti mirate ed efficienti è praticamente un obbligo per chiunque abbia a che fare con prospetti, piani di siti, pannelli di presentazione di progetti, documenti per bandi di gara, disegni lineari in bianco e nero, disegni a colori, schemi tecnici, mappe Gis.

Come si può intuire, non è facile trovare un dispositivo di stampa che possa contemporaneamente soddisfare le esigenze variegate di queste singole applicazioni. Di sicuro, le caratteristiche comuni che deve avere un dispositivo di stampa per questi settori comprendono il medio o grande formato, la possibilità di stampare linee di qualità con un’elevata precisione, uniformità nella riproduzione dei colori (quando richiesti), la stampa non presidiata e il più possibile veloce, un’elevata produttività e il basso costo per copia.

In alcuni casi bisogna considerare anche altri fattori legati situazioni particolari, come il fatto che le stampe di progetti siano resistenti agli spruzzi d’acqua nel caso vengano usate in cantiere o che la stampante abbia buone caratteristiche di mobilità qualora debba essere portata sul sito.

Progetti da stampare

Nel caso di progetti complessi ai quali lavorano più studi o comunque accessibili a più team di lavoro è fondamentale che i dispositivi di stampa siano in grado di gestire un flusso di lavoro che comprenda la possibilità di accedere a informazioni in cloud sempre aggiornate per recepire, archiviare e rendere disponibili in tempo reale modifiche dell’ultimo minuto.

Il costo di acquisto di queste stampanti è in qualche caso elevato (anche se ci sono ottimi modelli a meno di un migliaio di euro), ma quando si tratta di stampare progetti che richiedono informazioni dettagliati e disegni accurati non si può badare molto al risparmio soprattutto quando i tempi di consegna si fanno sempre più stretti.

In molti casi è forte la tentazione di esternalizzare i servizi di stampa, ma si tratta di una strada che dovrebbe essere percorsa soltanto nel caso di progetti particolari per i quali non si dispone di un’attrezzatura adeguata interna.

Gli svantaggi dell’outsourcing della stampa sono parecchi e in certi casi molto penalizzanti: rischio di non ottenere sempre la reattività richiesta nell’esecuzione di un ordine, soprattutto quando il service ha molti clienti e fa fatica a stare al passo con le consegne, costi più elevati per i servizi accessori alla stampa (verifica dei file, archiviazione, diffusione online), tariffe aggiuntive per l’urgenza e così via. Nel caso poi i disegni di progetto, come spesso accade, siano sottoposti a costanti revisioni, il flusso in outsourcing si complica ulteriormente.

Guida all’acquisto delle stampanti AEC

Vale la pena quindi di decidere di acquistare uno o più dispositivi di stampa. Non è sicuramente una decisione facile, per cui abbiamo deciso di contattare i principali produttori di plotter e stampanti con le caratteristiche adeguate al settore AEC, chiedendo di spiegarci la loro offerta, le caratteristiche che devono avere in genere le stampanti e la loro trasparenza rispetto ai costi di esercizio. Ci ha risposto un buon ventaglio di aziende, sufficiente a rappresentare al meglio il comparto anche per la forte differenziazione della loro offerta: Canon, Epson, HP, Konica Minolta, Oki, Ricoh e Xerox.

Come abbiamo condotto l’indagine

Abbiamo chiesto ai produttori che si sono resi disponibili di spiegarci la loro offerta, le caratteristiche che devono avere in genere le stampanti e la loro trasparenza rispetto ai costi di esercizio. Abbiamo anche chiesto di compilare una serie di schede che abbiamo preparato in modo da consentirgli di riassumere le caratteristiche tecniche e i punti di forza dei modelli della loro gamma che ritengono più adatti per le esigenze del settore.

Quale parte della vostra offerta è indirizzata settore dell’architettura, dell’ingegneria e dell’edilizia?

Donato Maggi, Product Business Developer Business Group di Canon Italia: Il portfolio Canon per i settori dell’architettura, dell’ingegneria e dell’edilizia è caratterizzato da innovative tecnologie per la stampa tecnica di grande formato che offrono ai professionisti soluzioni complete di scansione e stampa progettate per soddisfare i requisiti di velocità, precisione e massima definizione dei dettagli, elementi fondamentali per il settore della progettazione. Precisione millimetrica, dettaglio d’immagine e qualità nei particolari, sono i vantaggi offerti dalle soluzioni Canon, nonché aspetti essenziali per tutti i professionisti che hanno bisogno di disegni tecnici e documenti progettuali sempre alla mano. In particolare, la nuova serie di stampanti e soluzioni multifunzione di grande formato imagePROGRAF TM è pensata specificatamente per chi realizza Cad, Gis e poster.

Donato Maggi, Product Business Developer Business Group di Canon Italia

Produttive e dalle dimensioni ridotte, queste stampanti sono ottimizzate per i piccoli uffici con bassi volumi di stampa ma che hanno necessità di immagini precise e di qualità elevata. La nuova serie garantisce inoltre un ridotto impatto ambientale e livelli di rumore minimi. Questi dispositivi per la stampa, la scansione e la copia di documenti tecnici si avvalgono di inchiostri a pigmento Lucia TD a 5 colori. Un’innovativa tecnologia che include l’Mbk a elevata tensione superficiale, capace di produrre linee e testi densi e nitidi senza alcun effetto sfumato. I nuovi modelli imagePROGRAF TM si aggiungono al portfolio di soluzioni digitali Canon di grande formato, che integra applicazioni fotografiche e artistiche fra cui la serie imagePROGRAF PRO.

Le soluzioni Canon per il settore AEC

Renato Sangalli, Sales Manager prodotti Pro-Graphics di Epson Italia: Per dare una risposta alle esigenze dei professionisti e degli studi di progettazione, Epson ha recentemente annunciato quattro nuove stampanti a quattro colori che costituiscono il nuovo punto di ingresso di una famiglia che finora era composta da modelli a cinque colori adatti a centri copia e a studi con una elevata produzione di stampati.

Renato Sangalli, Sales Manager prodotti Pro-Graphics di Epson Italia

Ingombri minimi, affidabilità e facilità d’uso sono caratteristiche comuni alle nuove macchine, insieme all’elevata qualità di stampa tradizionale dei prodotti Epson sia nella produzione di documenti progettuali con linee e testi sia con rendering caratterizzati da ampie campiture colorate. In più, una caratteristica che viene particolarmente apprezzata nei cantieri e ai quali gli architetti assegnano grande valore è che le stampe ottenute sono durevoli e hanno un’alta resistenza agli sfregamenti e anche all’acqua, quindi mantengono intatte tutte le informazioni, anche se bagnate dalla pioggia.

 

Le soluzioni Epson per il settore AEC

 

Roberto Giorgio, Regional Manager Large Format di HP Italy: Il portafoglio HP di dispositivi di stampa per il mercato dedicato a liberi professionisti, architetti, progettisti e geometri vanta oggi un’ampia varietà di sistemi dalle elevate prestazioni, sia in termini di stampa, sia in termini di connettività e strumenti per la collaborazione.

Dalle tempistiche di stampa alla possibilità di ridurre i costi produttivi, fino all’opportunità di condividere e inviare documenti, scansioni e fotocopie, per migliorare la collaborazione all’interno del team di lavoro, infatti, soluzioni come la HP DesignJet T830, per esempio, risultano essere le stampanti ideali. Soluzioni estremamente versatili e ultracompatti che permettono ad architetti, ingegneri e team di costruzioni di lavorare senza soluzione di continuità all’interno dello stesso cantiere e anche in siti differenti, con un conseguente aumento della produttività e un work flow sempre più fluido e dinamico.

Le soluzioni HP per il settore AEC

Aurelio Bottillo, Product Manager Office di Konica Minolta: Oggi le aziende stanno affrontando una trasformazione digitale capace di rivoluzionare i modelli di business utilizzati, per poter rispondere al meglio ed in modo tempestivo alle sfide presenti e future del mercato. Oggi Konica Minolta si propone come partner in grado di affiancarle assumendo il ruolo di fornitore tecnologico così come di consulente strategico sempre presente e propositivo: dalla stampa multifunzione, alla gestione dei processi e dei documenti fino all’infrastruttura IT, Konica Minolta offre soluzioni complete ed integrate che vengono studiate su misura in base alle esigenze del cliente.

Aurelio Bottillo, Product Manager Office di Konica Minolta

Sono diversi gli aspetti della nostra offerta a valore valutati in modo positivo dai professionisti che già li utilizzano, tra i quali segnalo l’eccellente qualità di stampa grazie alla tecnologia Emperon (il controller di stampa Konica Minolta raggiunge ottimi risultati qualitativi e velocizza i flussi di produzione dei documenti) e Simitri HD, tecnologia toner proprietaria toner a polimeri ad alta qualità e flessibilità sui diversi supporti di stampa da carta comune a cartoncino (fino a 300g/mq e formato sino a SRA3) sino alla stampa su banner per creare materiale pubblicitario di dimensioni fino a 1,2 metri di lunghezza per produrre documenti a colori professionali. Cito anche la massima produttività in ogni ambiente di lavoro, tempi d’attesa e di inattività e manutenzione ridotti al minimo, servizi di protezione (Bizhub Secure) sia contro l’accesso non autorizzato ai dispositivi sia in termini di gestione informazione, grazie a funzione standard di sovrascrittura del disco rigido e dalla possibilità di attivare algoritmi di crittografia per proteggere i dati.

Il concetto intelligente Easy Set permette di realizzare lavori complessi, scegliendo preset che comprendono la selezione della carta e le opzioni di finitura. Konica Minolta offre anche un driver di stampa universale (Universal Printer Driver) che permette, con una unica installazione, di gestire tutti i dispositivi di stampa collegati in rete anche non Konica Minolta. Infine, siamo costantemente impegnati nella ricerca di soluzioni che portino a diminuire l’impatto ambientale e a migliorare l’efficienza dei propri prodotti. Sono due le tecnologie chiave promosse nel rispetto dell’ambiente: il toner a polimeri Simitri HD che, contenendo biomasse e fondendo a basse temperature, riduce notevolmente le emissioni di CO2 nell’atmosfera e contribuisce ad un elevato risparmio di energia elettrica, e valori attraverso valori Tec (Typical Electricity Consumption) molto bassi, in modo da garantire un risparmio energetico il più elevato possibile.

Le soluzioni Konica Minolta per il settore AEC

 

Romano Zanon, General Manager South Europe Regional Marketing di OKI Europe (Italia): È sicuramente OKI Pro9542 la nostra soluzione su misura per chi opera nella progettazione e produce quotidianamente stampe tecniche.

Romano Zanon, General Manager South Europe Regional Marketing di OKI Europe (Italia)

Questa stampante toner Led gestisce supporti fino al formato SRA3, con la possibilità di realizzare anche banner, rispondendo in maniera ottimale alle necessità dei professionisti e degli studi, offrendo una qualità di stampa estremamente elevata, un ingombro estremamente ridotto e una notevole versatilità.

La possibilità di stampare anche in bianco consente di utilizzare carte colorate, particolarmente apprezzate per la presentazione di progetti in ambito architettonico e ingegneristico. Ovviamente, il bianco estremamente coprente realizzato da OKI, in abbinamento con l’estrema precisione della stampa, consente di ottenere risultati con una qualità di livello superiore, fondamentale in un ambito così specifico e verticale.

Le soluzioni OKI per il settore AEC

 

Laura Venturini, product marketing manager di Ricoh Italia: La stampa grande formato fa parte delle attività quotidiane di architetti e progettisti, per i quali è molto importante riuscire a gestire l’intero flusso di lavoro, dal printing all’archiviazione digitale dei progetti. I professionisti Ricoh sono in grado di analizzare le specifiche esigenze per individuare quale soluzione Cad/Gis sia in grado di migliorare tale gestione sia per quanto riguarda applicazioni a colori che in bianco e nero.

Laura Venturini, product marketing manager di Ricoh Italia

Ricoh offre ambienti di lavoro sempre più interconnessi e integrati, per cui ad esempio è possibile inviare in stampa un documento direttamente da una lavagna interattiva. Sempre in ambito comunicazione visiva, Ricoh ha reso disponibile una nuova applicazione integrata alle lavagne interattive che ottimizza la creazione e gestione dei file e lo storytelling di progetti, anche grazie alla possibilità di interfacciare la lavagna ad altre tecnologie come ad esempio monitor e videoproiettori.

Le soluzioni Ricoh per il settore AEC

Pietro Vischi, Business Team Manager Office & Solutions di Xerox: Direi innanzitutto la qualità di stampa garantita dai nuovi motori di stampa a tecnologia Led ad alta qualità con meno parti mobili rispetto al laser e dimensioni e rumorosità ridotta. Inoltre, tutti i modelli suggeriti utilizzano i nuovi toner con tecnologia EA (Emulsion Aggregation) a bassa temperatura di fusione.

Pietro Vischi, Business Team Manager Office & Solutions di Xerox

Un secondo aspetto, già apprezzato dai nostri clienti, è l’affidabilità di questi nuovi dispositivi che richiedono un limitato numero di interventi tecnici una volta che il dispositivo viene correttamente dimensionato sul numero di stampe medie mensili. Una serie di App precaricate e la possibilità di accedere direttamente dal dispositivo a una collezione di App sviluppate da Xerox e dai nostri partner, permette di integrare facilmente la stampante nell’ architettura informatica esistente e verso gli applicativi scelti da uno studio tecnico professionale. Xerox è inoltre disponibile a valutare lo sviluppo di App specifiche grazie al fatto che l’ecosistema ConnectKeys sia un sistema aperto.

Le soluzioni Xerox per il settore AEC

Quali sono le caratteristiche fondamentali che deve prendere in considerazione un professionista o un’azienda che opera nel comparto AEC per l’acquisto di una stampante/plotter?

 

Donato Maggi, Product Business Developer Business Group di Canon Italia: Il settore AEC, con i suoi cambiamenti e le sue peculiarità, evidenzia esigenze di stampa molto specifiche. Precisione, dettaglio d’immagine e qualità nei particolari sono aspetti essenziali per tutti i professionisti che hanno bisogno di disegni tecnici e documenti progettuali sempre alla mano. Soluzioni come i multifunzione della serie imagePROGRAF TM sono soluzioni ideali per questo settore in quanto possono essere agilmente inseriti all’interno di uffici di piccole o medie dimensioni, garantendo un ridotto impatto sonoro e ambientale. Progettisti, ingegneri, architetti e più in generale gli operatori del settore possono così realizzare la stampa on demand in studio di documenti tecnici, disponendo in questo modo di informazioni sempre aggiornate e puntuali.

Le soluzioni Canon per il settore AEC

Renato Sangalli, Sales Manager prodotti Pro-Graphics di Epson Italia: Direi che le caratteristiche fondamentali sono: qualità di stampa in tempi rapidissimi (i minimi della sua categoria), dimensioni ridotte, affidabilità, semplicità d’uso e flessibilità, seguite dalla possibilità di stampare sia da rotolo sia da alimentatore di fogli. Per quanto riguarda la tecnologia, oggi lo standard su questi formati è sicuramente l’inkjet. In Epson abbiamo stampanti dotate di testine PrecisionCore che assicurano una lunga durata senza decadimento delle prestazioni. I formati di riferimento sono senza dubbio l’A0 e l’A1, ma i nostri nuovi modelli offrono anche la possibilità di stampare documenti A4 e A3, permettendo quindi di avere una sola stampante che copre tutti i fabbisogni: progetti, rendering, capitolati, preventivi, fatture ecc. Si tratta di un fattore molto importante, soprattutto per i professionisti e per coloro che devono gestire attentamente lo spazio disponibile.

In quanto alla tipologia plotter o stampante, il termine plotter da sempre identifica le periferiche di stampa legate al disegno tecnico succedute ai tecnigrafi, ma ora questo termine è piuttosto riduttivo, dal momento che ci troviamo di fronte a vere e proprie stampanti versatili e multifunzione adatte a molteplici utilizzi e applicazioni.

Fino a oggi, la produzione di stampe di grande formato ha obbligato professionisti e piccoli studi a ricorrere ai service esterni. Ma con i tempi di lavoro sempre più compressi e le richieste dei clienti che arrivano sempre all’ultimo momento, è sempre più importante svincolarsi dalla rigidità degli orari dei centri copia e la scelta di una soluzione come le nuove Epson SureColor SC-T offre grande flessibilità e autonomia a un costo inferiore a quello di un telefono cellulare. Un’indipendenza che consente di produrre documenti stampati a qualunque ora della giornata e in qualunque giorno della settimana, per poter rispettare i tempi di consegna.

Le soluzioni Epson per il settore AEC

Roberto Giorgio, Regional Manager Large Format di HP Italy: Quando si acquista una stampante per usi professionali, ovviamente, gli aspetti da considerare sono molteplici. In primis, le dimensioni del dispositivo sono sicuramente molto importanti come anche il suo formato. La soluzione di stampa infatti deve essere compatta, ma allo stesso tempo la sua produttività deve essere efficace rispetto alle esigenze operative del team. In questo senso la HP DesignJet T830, ad esempio, è la stampante multifunzione da 24″ più compatta sul mercato ed è ideale sia per l’ufficio, sia per il cantiere di lavoro. Naturalmente, poi, è necessario tenere in conto la velocità di stampa e l’esigenza di utilizzo della stampante. Sotto questo profilo la HP DesignJet T830 consente di stampare fogli con dimensione A1 in soli 26 secondi in modalità wireless dallo smartphone, dal tablet o dal computer grazie agli strumenti Wi-Fi Direct e HP Mobile Printing. Infine, è fondamentale ricordarsi anche delle funzionalità di sicurezza necessarie per contrastare il numero crescente di minacce create nei confronti delle stampanti multifunzione. In questo senso i modelli di HP sono tra i dispositivi più sicuri al mondo, soprattutto grazie al fatto che l’azienda pone da sempre una grande attenzione nel proteggere i documenti e i dati sensibili che ogni giorno passano attraverso questo tipo di sistemi all’interno delle aziende.

Le soluzioni HP per il settore AEC

Aurelio Bottillo, Product Manager Office di Konica Minolta: È opportuno considerare le esigenze imprescindibili. Si ha la necessità di stampare a colori? Per quanto riguarda le dimensioni, l’A4 è sufficiente o occorre un A3? Oltre alla stampa si ha bisogno anche di fotocopiatrice, scanner e fax tutto in un unico apparecchio? È sufficiente che l’apparecchio abbia la possibilità di connessione alla rete locale o è utile anche una connettività Wireless? Rispondendo a queste domande si arriva a determinare il dispositivo effettivamente più idoneo alle proprie necessità. Infine, è bene avere chiaro un concetto fondamentale ma a volte sottovalutato: al momento dell’acquisto non è importante valutare solo il prezzo del dispositivo ma anche i cosiddetti costi di gestione, cioè quelli relativi alle cartucce, alla carta e all’elettricità consumata e così via. Se lavorate ad esempio nel settore dell’architettura e dell’ingegneria e quello di cui avete bisogno è stampare prevalentemente lavori “tecnici” ad esempio in Cad su grande formato e supporti specifici esempi tela canvas e fine art, allora dovete orientarvi verso un plotter. Qui si può scegliere tra bianco e nero o colore, il numero degli inchiostri può essere inferiore (anche 4 o 6), mentre è fondamentale la precisione e lo spessore minimo delle linee per la riproduzione di linee sottili e di curve precise, il tipo di supporto e il tipo di carta. Per entrambi i dispositivi i costi di gestione sono davvero un aspetto fondamentale, motivo per cui alcuni apparecchi, come ad esempio alcuni, dispongono di un apposito software integrato per calcolare il ritorno dell’investimento.

Le soluzioni Konica Minolta per il settore AEC

Romano Zanon, General Manager South Europe Regional Marketing di OKI Europe (Italia): Per quanto riguarda questa tipologia di professionisti, nella maggior parte dei casi un plotter potrebbe rivelarsi sovradimensionato, dato che la maggior parte dei progetti viene, ormai, realizzato in formato A3. La possibilità di stampare in un formato superiore, fino a una lunghezza di 120 cm, dà comunque un’ampiezza di soluzioni interessante. Inoltre, soprattutto quando si opera in ambienti ristretti e tendenzialmente poco areati, è fondamentale poter utilizzare una chimica d’inchiostro che non possa in alcun modo creare problemi quando la stampante è a diretto contatto con le persone. La tecnologia di stampa toner Led di OKI è ottimale perché gli stampati sono totalmente privi di odore e immediatamente utilizzabili. Inoltre, la stampa a toner Led permette di gestire non solo carta ma anche altri supporti di stampa tra cui quelli plastici con differenti caratteristiche come quelli autoadesivi, waterproof, antistrappo o magnetici. La versatilità e la libertà di stampare anche una singola copia sono due ulteriori elementi che devono avere un peso importante nella valutazione di una tecnologia di stampa.

Le soluzioni Oki per il settore AEC

Laura Venturini, product marketing manager di Ricoh Italia: Prima di tutto la qualità di stampa, l’affidabilità e la flessibilità necessaria a realizzare un’ampia gamma di applicazioni. Ricoh MP CW2201SP mette a disposizione funzionalità di copia, stampa e scansione a colori e, grazie alla tecnologia Gel-Jet con inchiostri impermeabili, offre stampe con linee accurate, senza sbavature e resistenti all’acqua e ai raggi solari per cui i documenti possono essere utilizzati anche in cantiere. Un’altra caratteristica fondamentale resa possibile dalla tecnologia Gel-Jet è l’asciugatura rapida per cui le stampe sono immediatamente utilizzabili. Una possibilità molto interessante che gli studi dovrebbero valutare nella scelta riguarda l’archiviazione digitale, per cui i progetti stampati su cui ad esempio sono stati inseriti commenti e annotazioni possono essere scansiti e inviati in automatico all’archivio. Un aspetto da considerare è poi la semplicità di utilizzo grazie all’innovativo Smart Operation Panel, un pannello touch screen a colori che guida gli utenti in tutte le operazioni e su cui è possibile scaricare App. Infine, anche alla luce del Gdpr, sottolineiamo la funzionalità standard per la crittografia dei Pdf generati per l’archiviazione.

Le soluzioni Ricoh per il settore AEC

Pietro Vischi, Business Team Manager Office & Solutions di Xerox: Le due tecnologie che offrono i migliori risultati in termini di qualità e possibilità di conservazione/archiviazione sono la tecnologia Laser e quella Led. Il formato minimo richiesto dovrebbe essere il formato A3. Nel caso della VersalinkC8000 e C9000 abbiamo ulteriormente allargato le tipologie e le grammature gestibili per andare incontro alle richieste più tipiche di tale mercato e di quello delle Arti Grafiche. Xerox non include più soluzione plotter all’interno della propria offerta.

Le soluzioni Xerox per il settore AEC

Qual è il vostro livello di trasparenza sui costi di gestione? Indicate il costo copia? Offrite servizi post-vendita relativi ai consumabili o all’assistenza programmata?

Donato Maggi, Product Business Developer Business Group di Canon Italia: I costi di gestione sono comunicati alla nostra rete di rivenditori certificati. Per quanto riguarda l’utente finale, impostando nel programma di accounting (di serie sull’apparecchiatura) il suo costo di inchiostri e carta, può monitorare il costo reale di ogni stampa prodotta. Sempre tramite la nostra rete di partner specializzati, eroghiamo inoltre un servizio di post-vendita con estensione della garanzia, e forniamo materiali originali che garantiscono il corretto funzionamento delle apparecchiature.

Le soluzioni Canon per il settore AEC

Renato Sangalli, Sales Manager prodotti Pro-Graphics di Epson Italia: È oggettivamente difficile fornire un costo copia, perché le tipologie dei documenti stampati da un progettista sono estremamente varie: si va da un disegno composto di sole linee fino a un foglio A0 completamente a colori: la copertura e quindi il consumo di inchiostro sono totalmente differenti. In più con le nostre stampanti si possono produrre anche documenti in formato A3 e A4. Per quanto riguarda i servizi post-vendita, sulle macchine di fascia più alta offriamo la possibilità di estendere la garanzia e di sottoscrivere contratti di contratti a consumo fino a 36 mesi che comprendono anche gli inchiostri. Su quelle appena annunciate ci aspettiamo che il cliente non abbia una produzione elevata e per il momento abbiamo scelto di mettere a disposizione cartucce di due capacità differenti, così che possa scegliere in base alle sue esigenze di stampa.

Le soluzioni Epson per il settore AEC

Roberto Giorgio, Regional Manager Large Format di HP Italy: Da sempre HP è attenta a soddisfare ogni esigenza dei propri clienti, dalla selezione dei sistemi alla loro installazione, fino alla gestione di ogni caratteristica tecnica necessaria a migliorare il processo di stampa in qualsiasi tipo di situazione. Proprio per questo HP ha recentemente implementato le proprie attività nel segmento dei servizi di stampa gestiti, non solo per offrire la miglior consulenza e assistenza post-vendita ai propri clienti, ma anche per garantire loro il maggior livello di sicurezza e protezione per la stampa dei propri documenti. Da questo punto di vista, grazie al Print Security Implementation Service, per esempio, HP fornisce il suo supporto tecnico specializzato in sicurezza per aiutare i clienti a implementare i piani aziendali di sicurezza di stampa. Oltra a questo, i consulenti di sicurezza certificati HP mettono regolarmente a disposizione dei clienti la loro esperienza, gli aggiornamenti sui profili di rischio e il loro supporto per valutare i piani di sicurezza e consulenza per i controlli di conformità. Tutti elementi importanti, questi, che mostrano come la scelta dei prodotti HP non riguardi solo il dispositivo nel suo specifico, ma comprenda un ampio ventaglio di opzioni che consentono al cliente di essere sempre supportato in ogni fase dell’utilizzo della macchina di stampa per ottenere il massimo risultato dal dispositivo acquistato.

Le soluzioni HP per il settore AEC

Aurelio Bottillo, Product Manager Office di Konica Minolta: La stampa è uno strumento di produttività importante, per cui migliorare questo aspetto significa introdurre efficienza, velocità e agilità in tutti i processi aziendali. Molte aziende non hanno un’idea precisa di quanto possa essere il costo totale relativo all’output dei documenti in ufficio e, di conseguenza, non attuano una strategia di controllo e ottimizzazione di questa voce di spesa. Il servizio Konica Minolta OPS (Optimized Print Services) consente di monitorare i costi e di ridurli fino al 30% (su base storica) rispetto alla situazione di partenza. L’ottimizzazione dei costi, sia diretti che indiretti, è data dalla somma di diversi fattori quali, generazione di flusso di cassa, ottimizzazione dei dispositivi installati (numero e caratteristiche), riduzione del consumo di energia elettrica, eliminazione degli sprechi dei consumabili e così via. Ciò consente di risparmiare denaro, automatizzare le procedure, aumentare la produttività e migliorare la sicurezza dei documenti e la sostenibilità ambientale. Konica Minolta ha piena consapevolezza del fatto che, oggi giorno, per le aziende non è più sufficiente puntare ad ottenere la miglior offerta in termini economici, ma le stesse sono alla ricerca di processi innovativi ed efficienti e livelli di servizio erogati sempre più qualitativi ed efficaci. In questo caso un fattore critico di successo per Konica Minolta sono i servizi di monitoraggio proattivo per la gestione dei consumabili e dell’assistenza tecnica: fiore all’occhiello di Konica Minolta, il servizio di supporto tecnico viene erogato sia attraverso specialisti interni Konica Minolta, sia attraverso un dealer network di società (oltre duecento) capaci di coprire tutto il territorio nazionale.

Le soluzioni Konica Minolta per il settore AEC

Romano Zanon, General Manager South Europe Regional Marketing di OKI Europe (Italia): OKI ha costruito la sua fortuna in Europa e soprattutto in Italia proprio sulla lealtà e sulla trasparenza nei confronti del cliente. Avendo deciso di essere presenti sul mercato in maniera indiretta, abbiamo sempre scelto di affidarci a una rete di rivenditori che rispecchiassero la nostra visione e potessero offrire la competenza e il rispetto del cliente necessari per poter instaurare e proseguire il rapporto con OKI. La stampa assistita rappresenta una fetta considerevole della nostra attività in tutto il territorio europeo. In quest’ottica, abbiamo lavorato duramente per costruire un servizio di customer care efficace ed efficiente, che fosse realmente al fianco dei clienti in maniera puntuale e proattiva. Rappresentiamo una best practice che ha fatto scuola, così come il nostro programma di partnership Shinrai, di chiara ispirazione giapponese, che si basa sul concetto di fiducia reciproca tra noi e i nostri reseller. Una fiducia che si riflette in maniera estremamente positiva sul cliente finale.

Le soluzioni OKI per il settore AEC

Laura Venturini, product marketing manager di Ricoh Italia: Ricoh offre ai clienti trasparenza su tutti gli aspetti e i costi di gestione, supportandoli sia nella fase di analisi e di prevendita che in quelle successive mediante servizi di assistenza tecnica e di manutenzione.

Le soluzioni Ricoh per il settore AEC

Pietro Vischi, Business Team Manager Office & Solutions di Xerox: Pubblichiamo sul nostro sito non solo i prezzi di acquisto suggeriti ma anche tutti i prezzi dei materiali di consumo con le relative informazioni circa la loro durata. Nel prezzo d’acquisto è già inclusa la garanzia “on site” (presso il cliente) di un anno che copre tutti gli interventi tecnici e le parti di ricambio ad esclusione dei toner e della carta. Siamo così certi della qualità e affidabilità dei nostri dispositivi che offriamo ai nostri clienti la “garanzia a vita” per tutti i tre modelli indicati nelle schede (le schede riportate in questa guida, ndr). La “garanzia a vita” di estendere la garanzia appunto, per tutta la vita della stampante avendo come unico impegno solo quello di acquistare almeno una volta all’anno un set completo di toner originali Xerox.

Le soluzioni Xerox per il settore AEC

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here