Home Pubblica Amministrazione Come la Pubblica Amministrazione deve preparare i bandi Bim

Come la Pubblica Amministrazione deve preparare i bandi Bim

Il percorso di obbligatorietà del Bim ha fin da subito posto il tema della preparazione dei bandi da parte della Pubblica Amministrazione, soggetta in questo ambito a una pluralità di documenti tecnico – legislativi.

Il tema si riflette in misura importante sia sulle stazioni appaltanti, che devono applicare la normativa, sia sugli operatori che con la stessa normativa si devono confrontare.

Centrale in questo ambito è il capitolato informativo, che nella sua sezione tecnica stabilisce i requisiti del sistema di informatizzazione che verrà utilizzato nell’ambito dell’appalto Bim e pone l’accento su una serie di aspetti.

bandi
Centrale in questo ambito è il capitolato informativo, che nella sua sezione tecnica stabilisce i requisiti del sistema di informatizzazione che verrà utilizzato nell’ambito dell’appalto Bim

Nella sezione “infrastruttura hardware“, ad esempio, la stazione appaltante chiede ai concorrenti l’indicazione nella Offerta di Gestione Informativa e successivamente all’affidatario nel Piano di Gestione Informativa dell’infrastruttura e delle caratteristiche hardware che intende utilizzare per l’esecuzione del progetto.

Allo stesso modo, la precisa definizione dell’infrastruttura software deve essere parte integrante della sezione tecnica del capitolato informativo.

A questo scopo viene suggerito di prevedere una tabella in cui siano presenti i campi relativi alle informazioni di interesse della stazione appaltante che dovranno essere compilate dai concorrenti, e la richiesta per ogni ambito progettuale, sia esso architettonico, strutturale o impiantistico, delle soluzioni software che il partecipante alla gara intende utilizzare e della loro compatibilità con i formati aperti più diffusi.

bandi
La stazione appaltante chiede ai concorrenti attraverso il capitolato informativo l’indicazione dell’infrastruttura e delle caratteristiche hardware che si intende utilizzare per l’esecuzione del progetto

Quanto a questo aspetto, nel pieno rispetto delle scelte dei concorrenti in merito alle soluzioni complementari dedicate alla simulazione energetica, calcolo strutturale, simulazione acustica, stime e calcolo dei costi, programmazione e simulazione del cantiere e di ogni ulteriore tipo di utilizzo dei dati di progetto si voglia fare, è fortemente consigliabile che la stazione appaltante predisponga una tabella riassuntiva delle soluzioni software che verranno utilizzate suddivise per tipologia di prodotto in cui, per ogni software utilizzato, i concorrenti dovranno indicare il formato nativo dei file prodotti e i formati di scambio disponibili.

bandi
I partecipanti alla gara devono indicare le soluzioni software che intendono utilizzare e la loro compatibilità con i formati aperti più diffusi

Altro aspetto da considerare è quello dei livelli di dettaglio o LOD, che tipicamente in un modello Bim cresce per ogni elemento progressivamente nell’arco dello sviluppo del progetto fino alla massima granularità informativa.

Anche in questo caso la stazione appaltante può predisporre strumenti di controllo dove i concorrenti possono indicare esplicitamente i livelli di dettaglio per ogni fase e per ogni disciplina.

La stazione appaltante può predisporre strumenti di controllo dove i concorrenti possono indicare esplicitamente i livelli di dettaglio per ogni fase e per ogni disciplina

Elemento particolarmente qualificante del Capitolato Informativo è anche quello relativo alle competenze di gestione informativa dell’affidatario, in quanto è evidente che le attività svolte dall’azienda concorrente e le qualifiche del suo personale posso aiutare ad inquadrarne le competenze.

Anche in questo caso è consigliabile per la stazione appaltante predisporre appositi form dove i concorrenti possono inserire tutte le informazioni relative a tale aspetto.

Con il contributo di Assobim.

Assobim

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

tecnichevideo

Webinar: applicazione della metodologia Bim nelle amministrazioni pubbliche

Davide Di Franco, Bum Business Developer di One Team, analizza l'operato delle figure professionali Bim nelle attività strutturate delle realtà pubbliche, con esempi di implementazioni e metodi

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php