Home BIM Il modello informativo e la sua gestione in cantiere

Il modello informativo e la sua gestione in cantiere

Il Building Information Modeling non è solo una metodologia in grado di migliorare nettamente i processi di progettazione e la loro qualità ma, a patto di essere correttamente implementato e governato, offre anche alle imprese numerosi benefici che possono essere vantaggiosamente sfruttati nella fase esecutiva di cantiere, già a partire dalla programmazione dei lavori.

La capacità di trasferire velocemente il progetto da un’applicazione all’altra senza perdite qualitative, infatti, permette a chi lavora in modalità Bim di fornire ai propri referenti tutte le informazioni necessarie per la prosecuzione del progetto.

Le informazioni contenute nel modello sviluppato con un approccio BIM rappresentano il punto di riferimento base anche per la gestione della fase di esecuzione delle opere in cantiere

In particolare le WBS contenute nel modello 3D, mettendo in relazione con il prodotto finale gli elementi di lavoro che sono necessari alla sua realizzazione, possono essere utilizzate in fase di preventivazione, insieme a prezziari e listini, tramite applicazioni dedicate al computo metrico, e pianificazione delle opere.

Le informazioni contenute nel modello 3D del progetto sviluppato con un approccio Bim rappresentano naturalmente il punto di  riferimento base anche per la gestione della fase di esecuzione delle opere in cantiere.

Oltre a consentire una precisa definizione e monitoraggio di fabbisogni, approvvigionamenti e ordini, contabilità industriale e contabilità dei lavori, tali dati permettono una puntuale verifica di tutte le attività esecutive di cantiere e il puntuale aggiornamento del giornale lavori.

L’approccio Bim consente di gestire un ulteriore aspetto cruciale nella realizzazione di un’opera, ovvero la verifica e l’eliminazione delle eventuali interferenze e incongruenze

Tali possibilità di analisi e monitoraggio rappresentano anche strumenti di controllo e verifica della commessa e della conformità degli avanzamenti lavori ai parametri definiti in fase di progetto particolarmente efficaci.

In particolare, la programmazione lavori derivata dal computo metrico realizzato partendo dai modelli 3D può essere integrata con appositi strumenti software per monitorare l’avanzamento degli stessi sia in termini temporali che economico-finanziari.

Le informazioni contenute nel modello dell’opera, inoltre, rappresentano il punto di riferimento non solo della fase di preventivazione e definizione dei fabbisogni, ma anche per le conseguenti e successive attività di controllo.

Il Building Information Modeling consente anche una migliore e più efficace gestione della sicurezza in cantiere

In particolare, il lavoro in modalità Bim consente sia di verificare in tempo reale gli eventuali scostamenti, ma anche e soprattutto di aggiornare costantemente i preventivi in funzione delle eventuali modifiche al progetto: grazie alla condivisione del database unico, ogni variante sviluppata da uno dei team di lavoro può essere condivisa automaticamente da tutti gli strumenti software utilizzati per la gestione dell’opera.

Anche nel controllo dei tempi di esecuzione il Building Information Modeling fornisce dati utilizzabili dalle applicazioni dedicate alla gestione della commessa. In particolare, il modello Bim può essere pienamente integrato con il diagramma di Gantt, fornire i dati relativi a parti di progetto o famiglie di oggetti per verificare quali attività saranno coinvolte e i rispettivi tempi, consentire di sviluppare scenari di analisi per specifiche attività e i relativi tempi, e più in generale essere utilizzato all’interno di strumenti di visual management per ottenere un panorama costantemente aggiornato degli stati di avanzamento delle lavorazioni nonché delle relative tempistiche.

Oltre a consentire una precisa definizione e monitoraggio di fabbisogni e approvvigionamenti, i dati del modello BIM permettono una puntuale verifica di tutte le attività esecutive di cantiere

La completezza delle informazioni e le possibilità di analisi offerte dai modelli compilati secondo l’approccio Bim consentono di gestire un ulteriore aspetto cruciale nella realizzazione di un’opera, vale a dire la verifica, il controllo e l’eliminazione delle eventuali interferenze e incongruenze che si possono verificare fra tutti gli elementi costitutivi del progetto.

Strutture, impianti, elementi architettonici sono spesso sviluppati da soggetti diversi, di conseguenza sono intuibili le potenziali conflittualità derivanti dalle loro reciproche interferenze.

Attraverso il Building Information Modeling, invece, è possibile sia simulare l’evoluzione nel tempo delle diverse fasi di realizzazione dell’opera che eseguire dei check specifici, ottenendo così a priori un quadro di tutte le possibili interferenze e individuare preventivamente le soluzioni più opportune sia dal punto di vista tecnico che economico.

Con il contributo di Assobim

Assobim

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Il Bim e l’interazione con i nuovi device per l’acquisizione dati

L’integrazione fra il Bim e avanzate tecnologie di rilievo ed elaborazione dei dati come il laser scanning, a terra e tramite droni, e i software di gestione ed elaborazione

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php