Home Formazione Revit 2021, la guida completa per la progettazione Bim

Revit 2021, la guida completa per la progettazione Bim

L’avvento del Building Information Modeling ha portato Autodesk Revit a essere considerato il software di riferimento per la progettazione architettonica, dato che gli viene riconosciuta dai progettisti la capacità di creare elaborati dettagliati in tempi molto brevi rispetto al classico metodo CAD.

Potente per progettare e semplice da usare, infatti, Revit fornisce al progettista gli strumenti necessari a gestire ogni fase di lavoro, dal rilievo iniziale alla realizzazione dell’intervento, dalla documentazione tecnica all’intero ciclo di vita dell’edificio, dall’integrazione con l’industria 4.0 grazie alle funzioni di importazione di file di Autodesk Inventor, arrivando fino all’automazione dei processi di modellazione grazie alla presenza integrata di Dynamo.

In questi giorni esce il libro Autodesk Revit 2021 per l’Architettura – Guida completa per la progettazione Bim, che tratta in modo esaustivo l’utilizzo di Revit per la progettazione architettonica orientata al Bim, partendo dalle conoscenze basilari e affrontando l’intero flusso di lavoro fino ad arrivare alla personalizzazione di famiglie, alla modellazione avanzata di volumetrie, alle fasi di lavoro, all’analisi con Insight 360 e affrontando anche semplici basi di Dynamo. 

Gli autori di Autodesk Revit 2021 per l’Architettura

Simone Pozzoli è Autodesk Certified Instructor (ACI) per Autodesk Revit, trainer certificato. Tiene corsi avanzati sull’uso di questo software da quasi dieci anni presso AM4, Autodesk Training Center, durante i quali ha formato centinaia di professionisti.

Marco Bonazza è architetto, utilizzatore professionista (Autodesk Certified Professional) e istruttore (Autodesk Approved Instructor) di Autodesk Revit. Utilizza Revit per la sua attività di progettista, confrontandosi quotidianamente con aspetti pratici e reali.

Werner Stefano Villa, architetto e designer, è docente a contratto presso la Facoltà (ora Scuola) del Design del Politecnico di Milano nei corsi di Design del Prodotto Industriale e Design degli interni. È collaboratore esterno presso la Scuola di Architettura Urbanistica Inge­gneria delle costruzioni del Poli­tecnico di Milano in merito all’uso di software BIM Oriented per la laurea magistrale dell’ateneo.

I contenuti del libro sono stati realizzati sia per tutti coloro che si avvicinano per la prima volta a questo software, che vogliono utilizzarlo per produrre in modo concreto progetti completi, sia per gli utenti avanzati, che potranno scoprire nuovi e più ottimizzati metodi di utilizzo. Il manuale è scritto da formatori certificati Autodesk che vantano anni di esperienza sia nell’insegnamento del software in corsi e master sul Bim reputati a livello nazionale sia nell’utilizzo dello stesso in vari ambiti progettuali.

Gli argomenti trattati in Autodesk Revit 2021 per l’Architettura sono:

– Interfaccia grafica, comandi di base e gestione delle viste

– Creazione del modello architettonico tridimensionale e della planimetria

– Modellazione concettuale volumetrica

– Documentazione, annotazioni, computi e messa in tavola del progetto

– Importazione file da AutoCAD.

– Personalizzazione famiglie caricabili e parametrizzazione avanzata

– Uso delle fasi di lavoro, tavole comparative per ristrutturazioni

– Uso delle varianti e delle revisioni

– Rendering del modello 3D

– Dynamo

– Importazione modelli da Autodesk Inventor

Revit

Riportiamo di seguito parte dell’introduzione al libro Autodesk Revit 2021 per l’Architettura – Guida completa per la progettazione BIM, scritta dagli autori.

Il progetto del libro

Il progetto del libro, ideato da Werner Stefano Villa, nasce da un concorso internazionale per la progettazione di un campus universitario in Svezia, che richiedeva la progettazione di un insieme di edifici multifunzionali per l’accoglienza degli studenti.

In particolare, nel manuale si è deciso di riprendere i due immobili elaborati per la Casa dello Studente e la Mensa-Ristorante.

Il primo, un edificio a più piani, prevede sia zone comuni per lo studio e l’aggregazione di tutti gli studenti che vivono nel campus sia alloggi privati che fungono da abitazione per gli studenti stessi; gli alloggi, presentano al proprio interno una zona soppalcata, così da suddividere la zona notte da quella giorno, e logge che permettono di estendere l’abitazione minima verso l’esterno, rendendo così la zona privatizzata aperta e semi-pubblica.

L’altro immobile risulta essere un edificio polifunzionale che può assolvere alle funzioni di mensa durante il giorno e di ristorante nelle ore serali e che, grazie a una struttura reticolare esterna, permette non solo di estendere la propria capacità ricettiva, ma anche di sfruttare appieno le esigue giornate soleggiate scandinave.

Per chi è scritto il libro

Questo libro è stato pensato e progettato sulla base delle necessità di appassionati e professionisti che vogliono utilizzare Autodesk Revit per finalizzare i propri progetti, e produrre tavole tecniche complete in tutti i loro aspetti per la consegna del progetto finale, compreso sia di disegni architettonici che di particolari costruttivi.

I contenuti e le spiegazioni tecniche sono stati scritti per rendere usufruibile la pubblicazione agli utenti che dispongono della versione 2021 di Autodesk Revit.

È comunque possibile seguire le spiegazioni anche con la versione 2020 (senza la possibilità però di utilizzare i file del Booksite, per problemi di compatibilità) nonostante alcune piccole differenze nell’interfaccia grafica, ed alcuni strumenti specifici non presenti.

Dati gli argomenti trattati, non sono richieste all’utente conoscenze specifiche o pre-requisiti particolari, al di fuori di una basilare conoscenza della progettazione architettonica e dell’utilizzo del pc in ambiente Windows.

Il Libro parte da zero, e non è quindi necessario conoscere alcunchè del software per poterne seguire le spiegazioni.

Si tratta di un testo completo sul metodo di lavoro da adottare con Autodesk Revit per affrontare da zero un progetto, dalla modellazione degli elementi della costruzione, passando per la personalizzazione avanzata di famiglie, la gestione del progetto, la documentazione, i dettagli costruttivi fino alla messa in tavola finale e
rendering; questo libro, quindi, è utile al lavoro di:
■ Utenti neofiti, che si avvicinano per la prima volta a Autodesk Revit, e che cercano una guida per affrontare da zero un progetto e portarlo a termine.
■ Utenti di base, che già utilizzano Autodesk Revit in modo basilare, ma magari parziale, e vogliono approfondire le proprie conoscenze in modo più organico ed estendere il flusso di lavoro fino allo sviluppo dei dettagli costruttivi.
■ Utenti esperti, che hanno buone conoscenze di Autodesk Revit e che vogliano implementare le proprie capacità con la personalizzazione avanzata delle famiglie o con la gestione del progetto.
■ Insegnanti e istruttori, che vogliono seguire la traccia formativa impostata in questo libro, come supporto per i propri corsi.

Organizzazione del libro

Gli argomenti sono stati strutturati sia con l’attenzione rivolta al flusso di lavoro reale, legato all’impiego di Autodesk Revit in una commessa di progettazione, che ad una logica progressiva di apprendimento, senza costringere il lettore a sforzi di comprensione sporadici lungo il percorso del testo.

L’approccio all’utilizzo di un software dalle notevoli potenzialità quale è Autodesk Revit, deve necessariamente procedere in modo logico e graduale, evitando il rischio di un eccesso  di informazioni nelle prime fasi dell’apprendimento. Soprattutto non può evitare la trattazione di una parte iniziale di acclimatamento con l’interfaccia e dei concetti teorici di fondo che ne regolano il funzionamento.

Non è pensabile buttarsi a capofitto in un progetto, senza comprendere la classificazione del database del software,  aspetti che regolano la grafica degli elementi, le famiglie ed i loro parametri, oltre agli elementari comandi di modifica. Lo scotto da pagare potrebbe rivelarsi alto, trovandosi per le mani solo un modello 3d (magari anche ben realizzato) da cui non siamo però in grado di estrarre le informazioni, in grado di portarci alla conclusione dell’iter progettuale (tavole, abachi, particolari costruttivi).

Per questo motivo il libro che avete fra le mani segue un ordine di spiegazione graduale, che ricalca il flusso diapprendimento che un utente neofita dovrebbe seguire.
Una volta costruite solide basi di conoscenza è possibile procedere oltre, senza incontrare intoppi nell’interpretare i comportamenti degli elementi che costituiranno il modello virtuale di edificio.
All’inizio di ogni Capitolo vengono poste le basi per un argomento, sviluppandone i concetti e le procedure operative nei paragrafi in esso contenuti.

Di seguito è riportata una beve descrizione di ogni parte di questo libro, per fornirvi un veloce riassunto delle tematiche affrontate.

Parte 1. Autodesk Revit
In questa parte, relativamente breve, viene fatta una premessa su Autodesk Revit e sul sistema di progettazione BIM, del quale è il maggior esponente.

Parte 2. Le basi di Autodesk Revit
In essa getteremo le basi teoriche per poter proseguire nei capitoli successivi. Comprenderemo le peculiarità di Autodesk Revit e del BIM, la struttura del suo database, come sono suddivise le categorie a cui gli elementi appartengono, le tipologie di famiglie ed i relativi parametri. Termini che ricorreranno molto spesso in questo libro e con i quali dovrete prendere confidenza. Analizzeremo inoltre gli aspetti legati alla gestione della grafica degli elementi e dei materiali.

Parte 3. Modellazione architettonica dell’edificio
Poste le basi teoriche, in questa parte si passa alla pratica con capitoli dedicati a ciascuno degli strumenti per la creazione degli elementi architettonici del modello di edificio. Prenderete confidenza con le modalità di creazione e di collocazione degli oggetti all’interno del progetto, comprenderete le relazioni che intercorrono
tra gli elementi “virtuali”, livelli e griglie strutturali, e gli oggetti architettonici veri e propri che compongono la struttura fisica del progetto (muri, pavimenti, tetti, ecc.) sia tra gli elementi stessi. Il tutto in una panoramica che va dalla definizione architettonica a quella strutturale, seguendo l’ordine ideale in cui generalmente gli elementi costruttivi vengono posizionati nel progetto lavorando in Autodesk Revit.

Parte 4. Planimetria
In questa parte verrà affrontata la creazione del contesto in cui sarà fisicamente collocato il progetto una volta realizzato, cioè il terreno e la planimetria. Impareremo come creare la topografia del sito sia in modo nativo all’interno di Autodesk Revit, sia attraverso l’importazione di file provenienti da altri applicativi. Comprenderete inoltre il funzionamento dei sistemi di coordinate presenti nel software sia in rapporto al singolo progetto, che
nel caso di condivisione del lavoro con altre discipline (strutture, impianti, etc.).

Parte 5. Documentazione del progetto
Completata la parte edificatoria, passeremo a quella di comunicazione: i capitoli di questa parte, illustrano il processo di creazione degli elaborati che descrivono il progetto agli interlocutori della filiera edilizia, amministrazioni, clienti ed imprese. Inizieremo con la creazione delle viste per poi passare attraverso gli strumenti che consentono di integrare l’informazione grafica presente in esse, fino ad arrivare alla creazione di dettagli e particolari costruttivi. Verrà affrontata anche l’estrapolazione dei dati contenuti nel modello sotto forma tabellare attraverso l’uso degli abachi, utili per fare i computi. Una volta creato il materiale per la stampa, affronteremo la messa in tavola e gli aspetti finali della grafica degli elaborati. Anche in questa parte la sequenza degli argomenti è pensata per rispecchiare quella del flusso di lavoro reale durante lo sviluppo di un progetto.

Parte 6. Personalizzazione delle famiglie
In questa parte affronteremo in modo completo la personalizzazione delle famiglie caricabili in Autodesk Revit. Partendo dalle basi, imparerete le tecniche necessarie sia a creare semplici famiglie caricabili per la documentazione, sia complessi componenti 3D totalmente parametrizzati.

Parte 7. Gestione del progetto
In essa affronteremo la gestione della “temporizzazione” del progetto, con un capitolo dedicato alle Fasi di lavoro, nel quale comprenderemo come Autodesk Revit gestisce la cronologia della costruzione degli elementi architettonici e delle loro successive modifiche, e con due capitoli dedicati rispettivamente alle varianti e alle revisioni.

Parte 8. Il rendering
In questa parte l’attenzione si volge in modo esclusivo alla creazione di immagini renderizzate, attraverso la sequenza di contenuti che dalla definizione dei punti di vista passa per la gestione dell’illuminazione, dei materiali ed infine dei parametri che determinano la resa finale di un rendering.

Parte 9. Applicazioni esterne
Infine, in quest’ultima parte parleremo di alcune applicazioni avanzate di Autodesk Revit, quali il calcolo del fabbisogno energetico in Autodesk Insight 360 e Dynamo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Il Bim e l’interazione con i nuovi device per l’acquisizione dati

L’integrazione fra il Bim e avanzate tecnologie di rilievo ed elaborazione dei dati come il laser scanning, a terra e tramite droni, e i software di gestione ed elaborazione

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php