Cosa sono gli standard BuildingSMART

L'approccio collaborativo e interdisciplinare cui è improntato il Building Information Modeling ha spinto questa metodologia verso lo sviluppo di standard e flussi di lavoro aperti, presupposto indispensabile per la creazione di un ambiente di lavoro comune e uno scambio di informazioni secondo modalità e formati che garantiscano al massimo l'integrità dei dati.

Ed è proprio questo il baricentro del lavoro di BuildingSMART International (bSI), organizzazione riconosciuta a livello mondiale operante nel governo e promozione della trasformazione digitale dell’industria delle costruzioni attraverso la creazione e l’adozione di standard per lo scambio di dati digitali, aperti e internazionali.

Su questa base l'organizzazione ha sviluppato il modello di dati Industry Foundation Classes (IFC) un formato file neutrale e aperto, non controllato da nessuno sviluppatore di software, basato su oggetti per facilitare l’interoperabilità tra le discipline di architettura, ingegneria e costruzione dell’industria dell’edilizia e oggi comunemente utilizzato in progetti basati sulla metodologia di Building Information Modelling (BIM).

Il modello di dati Industry Foundation Classes - IFC è un formato file neutrale e aperto basato su oggetti per facilitare l’interoperabilità tra le diverse discipline del settore AEC (fonte Solibri)

La specifica del modello dati IFC è aperta e disponibile, ed è stata riconosciuta e registrata dalla ISO come norma internazionale ISO 16739:2013. Il processo di sviluppo dell'IFC ha avuto inizio nel 1994, quando un consorzio industriale di aziende, inizialmente denominato “Industry Alliance for Interoperability”, diede il via ai lavori di definizione di quello che sarebbe diventato lo standard IFC.

Dal 2005 l’Alleanza porta avanti le proprie attività tramite dei capitoli nazionali chiamati, buildingSMART. Recentemente bSI ha ampliato il proprio raggio di azione, che non è più limitato al solo sviluppo di standard ma anche alla qualifica delle figure professionali operanti in ambito BIM tramite la definizione di standard formativi.

BuildingSMART International ha un accordo con la International Standard Organization per cui lo standard IFC, oggi norma ISO 16739, viene aggiornato da buildingSMART e automaticamente recepito come nuova versione della relativa norma ISO.

Il CEN ha adottato come prassi il recepimento automatico delle norme ISO, limitandosi a verificare che non siano in conflitto con norme giuridiche comunitarie. Per il Vienna Agreement, ogni norma approvata a livello CEN è automaticamente recepita da ogni paese membro che ha il compito di fare una traduzione nella propria lingua, nel nostro caso a carico di UNI.

Evoluzione dello standard IFC

I capitoli nazionali di BuildingSMART International, in veste di soci bSI, hanno diritto a partecipare a tutti i processi decisionali e di governance dell'organizzazione, nonché di rappresentare in maniera esclusiva bSI nei rispettivi paesi, lavorando allo sviluppo degli standard e promuovendone la diffusione.

La partecipazione allo sviluppo degli standard è accessibile a chiunque sia interessato, e tra i progetti attualmente in corso rientrano versioni dello standard IFC sviluppate per specifici ambiti disciplinari, tra cui ad esempio IFC Road, IFC Bridge, IFC Tunnel, IFC Port, IFC Airport.

Per quanto riguarda infatti l'applicazione del Bim in alcuni settori altamente specializzati come quello delle infrastrutture, non esistono ad oggi dei formati di scambio dei dati del modello universalmente riconosciuti ma solo delle proposte di standard che nascono dalla collaborazione tra soggetti terzi e BuildingSMART.

Tali iniziative hanno portato alla creazione in ambito BuildingSMART del “P6 IFC-Alignment project”, che a partire da luglio 2015 è stato accettato come IFC standard e rappresenta la base per i futuri progetti allo studio come i già citati IFC Bridge e IFC Road.

Con il contributo di Assobim

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here