Home Disabilità: un'app per censire e abbattere le barriere architettoniche

Disabilità: un’app per censire e abbattere le barriere architettoniche

Forse non ci abbiamo mai fatto caso ma quel percorso che facciamo tutti i giorni per recarci al lavoro, a scuola o in luoghi che frequentiamo con una certa assiduità nasconde delle insidie. Magari chi non ha disabilità motorie o funzionali non le nota, ma chi invece fatica a compiere determinati movimenti o addirittura è obbligato su una sedia a rotelle le individua subito: basta una pendenza un po’ accentuata del marciapiede per creare dei problemi. Figuriamoci un gradino, una scala o peggio.

Oggi c’è la possibilità di segnalare ogni tipo di barriera architettonica e ricevere aiuto per abbatterla. Questa possibilità la fornisce l’app nobarriere, nata da un’iniziativa lanciata dallAssociazione Luca Coscioni, da sempre in prima linea per i diritti delle persone disabili, e dedicata non solo ai tanti che ogni giorno fanno i conti in prima persona con gli ostacoli disseminati lungo le strade delle nostre città, ma a chiunque voglia attivarsi per contribuire a rendere migliore la vita quotidiana per tutti i cittadini.

Dopo un periodi di test, l’applicazione è ora disponibile gratuitamente a tutti i possessori di un dispositivo iOS e Android e consente di geolocalizzare le barriere architettoniche e di segnalarle, oltre a chi è portatore di disabilità, all’Associazione e ai Comuni. Eventualmente corredando le informazioni anche di foto.

“Lo scopo di lungo termine – spiega Marco Cappato dell’Associazione Luca Coscioni – è che il numero di segnalazioni convinca il governo e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani a un piano di investimenti straordinario per la rimozione delle barriere. Quello più immediato, invece, è di segnalare i problemi alle amministrazioni e, nel caso queste non provvedano, passare a diffide e azioni successive”.

The app was not found in the store. 🙁

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

assobim bimvideo

Il BIM e Digital Twin: dal cantiere alla gestione dell’asset

Nel webinar proposto da Assobim saranno trattati due casi applicativi di utilizzo dei Digital Twin in BIM nel ciclo di vita dei fabbricati in particolare nella fase della Costruzione e Gestione degli asset.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php