Home Smart home Smart home, Veego Software indica i trend per il 2021

Smart home, Veego Software indica i trend per il 2021

Veego Software (che realizza strumenti che offrono una visibilità completa sulla casa connessa, consentendo  di vedere quali dispositivi sono collegati e quali servizi stanno lavorando in base alle esigenze di connettività) ha voluto soffermarsi sull’escalation del numero di smart home a livello globale e del futuro del mercato elaborando cinque previsioni per il 2021.

Lo fa partendo dalla constatazione che secondo la società di ricerca Statista, il mercato globale delle smart home dovrebbe crescere a 53,45 miliardi di dollari entro il 2022.

Con il numero di smart home che distribuiscono sempre più dispositivi intelligenti e moltiplicano le loro connessioni a Internet, second l’azienda saranno dunque cinque le tendenze che dovrebbero materializzarsi nel prossimo anno.

Le nuove tecnologie, in particolare l’intelligenza artificiale, consentiranno la generazione e la raccolta di tutti i tipi di dati su ciò che milioni di utenti stanno facendo su Internet, quali dispositivi di casa stanno impiegando, quali tipi di app stanno utilizzando e altro ancora. Con le informazioni acquisite da questi dati, i media, le app, i dispositivi e altri fornitori tas trackeranno e perfezionano sempre più l’esperienza dei loro clienti mentre acquistano, imparano e giocano online.

Conosciuto nei circoli tecnici come 802.11ax, il WiFi 6 sta già operando su una nuova generazione di router. Offrendo una maggiore sicurezza, un minor consumo di batteria, una maggiore capacità e velocità di dati più elevate, Il WiFi 6 è l’ideale per accogliere tutti quei nuovi dispositivi intelligenti che gli utenti di Internet stanno installando.

I fornitori di servizi di comunicazione, le società di media e i produttori di dispositivi intelligenti vogliono tutti misurare la Customer Experience (CX) e ora possono. Possono anche scoprire come il loro servizio si accumula contro i concorrenti e come i clienti vanno a decidere tra di loro.

Fino ad ora, la maggior parte dei problemi di connettività domestica (75-90%) sono stati concentrati intorno al router di casa e segnali WiFi. Man mano che i router diventano più potenti e capaci, saranno responsabili di un numero relativamente inferiore di problemi. Ora che gli utenti di Internet stanno lavorando e imparando di più da casa, fastidiosi malfunzionamenti avranno sempre più origine in nuovi dispositivi intelligenti installati in numero crescente.

Infine, secondo Veego, gli ISP, le società di media online e i produttori di IoT sono schiacciati dal volume delle chiamate di supporto e dal tempo e dalla complessità di gestire le esigenze dei clienti, per non parlare delle spese astronomiche. La tecnologia AI e tutto ciò che i nuovi dati diranno agli utenti a casa ciò che sta causando problemi di connettività insieme a raccomandazioni per risolverli, deviare e corto le chiamate di supporto e rendere gli utenti più felici con la pronta ed efficace cura.

Chi è Veego

Veego, con sedi in Israele e negli Usa, perfeziona l’esperienza Internet degli utenti nella smart home. Fornendo agli Internet Service Provider (ISP) la visibilità continua di tutti i dispositivi connessi e dei servizi in esecuzione, Veego misura continuamente la qualità dell’esperienza (QoE) di ogni utente da ogni sessione nel proprio contesto, prendendo in considerazione i fattori cruciali per ciascuno tipo di servizio e loro effetti sulla customer experience. I dati pertinenti all’utilizzo del dispositivo e del servizio, all’esperienza e altro ancora vengono messi a disposizione degli ISP per analisi immediate e storiche.

Dal suo punto di vista nel router di casa e con il supporto del cloud, Veego rileva automaticamente i problemi e le anomalie di comportamento che influenzano la QoE, analizza la loro causa principale end-to-end, ovunque lungo la catena di fornitura dei servizi all’interno e all’esterno della casa e risolve i problemi ancor prima che gli utenti li incontrino.

Il Veego Cloud raccoglie continuamente i vasti dati su dispositivi, utilizzo, prestazioni, eventi ed esperienze generati attraverso l’intera base di abbonati degli ISP per analisi e approfondimenti che consentono di segmentare il pubblico di destinazione, comprendere i profili di utilizzo e le tendenze, esaminare l’esperienza della smart home.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Il Bim e l’interazione con i nuovi device per l’acquisizione dati

L’integrazione fra il Bim e avanzate tecnologie di rilievo ed elaborazione dei dati come il laser scanning, a terra e tramite droni, e i software di gestione ed elaborazione

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php